Mare Fuori
Mare Fuori

Mare Fuori, 3a stagione su RaiPlay e Rai2 (con clip)


Su RaiPlay e Rai2 arrivano 12 nuovi episodi del 'prison drama' che segue le storie di ragazzi ospiti dell'Istituto di Pena Minorile di Napoli. Gran parte del cast è di ritorno ma ci sono anche delle new entry.

Ritorna con la sua terza stagione Mare Fuori, la serie di genere 'prison drama' realizzata da Rai Fiction e Picomedia che segue le storie di ragazzi che "sbagliano" ospiti dell'Istituto di Pena Minorile di Napoli, tra minacce, amori, fughe e risse. Primo appuntamento in onda in televisione in prima serata su Rai2 il 15 febbraio, con anteprima sulla piattaforma streaming RaiPlay dall'1 febbraio. 12 i nuovi episodi, proposti su Rai2 in sei prime serate, con due episodi trasmessi per serata. 

La terza stagione di Mare Fuori, realizzata da una idea di Cristiana Farina scritta con Maurizio Careddu con la regia di Ivan Silvestrini, propone un cast che comprende nomi di ritorno dalle precedenti stagioni ma anche new entry. Il cast di ritorno include Carolina Crescentini (Paola), Carmine Recano (Massimo), Lucrezia Guidone (Sofia), Nicolas Maupas (Filippo), Massimiliano Caiazzo (Carmine), Vincenzo Ferrera (Beppe), Antonio De Matteo (Lino), Anna Ammirati (Liz) e Valentina Romani (Naditza). Tra le new entry: Giuseppe Pirozzi nel ruolo di Raffaele Di Meo detto Micciarella, Francesco Panarella nel ruolo di Luigi Di Meo detto Cucciolo, Clara Soccini nel ruolo di Giulia, Maria Esposito nel ruolo di Rosa Ricci.

L'Istituto di detenzione minorile è 'una bolla' in cui i 'ragazzi interrotti' possono comprendere chi sono e cosa vogliono oltre le mura di cinta del carcere. Nella terza stagione, gli ospiti dell'Istituto di Pena Minorile di Napoli protagonisti di Mare Fuori sono cresciuti e molti di loro si trovano a dover compiere la scelta di come affrontare il loro ruolo di adulti nel mondo. La scoperta dell'amore è la rotta che li conduce alla scoperta di nuovi aspetti di sé stessi. Continenti sinora inesplorati. Qualcuno di loro si troverà perso a causa di questa emozione sconosciuta, qualcun altro invece vivrà questo sentimento come fosse un faro nella notte e si farà guidare dalla sua luce abbagliante. Nuovi personaggi faranno il loro ingresso nell'IPM, come Giulia, una Trapper appartenente ad una gang milanese. O i fratelli Di Meo che insieme a Dobermann, un amico extracomunitario di colore, entrano in prigione per aver devastato un ospedale.  

Il progetto legato a Mare Fuori ha coinvolto direttamente anche il Centro di Produzione Radio Televisiva Rai di Napoli, l'Assessorato all'Istruzione della Regione Campania, la Direzione Rai per la Sostenibilità e l'Istituto penale per i minori di Nisida che, insieme a Raiz e Pier Paolo Polcari hanno proposto 'FuoriconTesto', un laboratorio artistico all'interno del quale alcuni ragazzi hanno scritto le parole di una canzone per dare voce alla loro esperienza di vita. E proprio in occasione della terza stagione di 'Marefuori', un Frecciarossa, treno ufficiale dell'evento di lancio, viaggerà con una pellicolatura dedicata sulla Rete AV italiana.

"Dirigere la terza stagione di 'Mare Fuori' è stata un'avventura indimenticabile." ha raccontato il regista Ivan Silvestrini. "Dopo aver contribuito a raccontare le storie di questi personaggi nella scorsa stagione non vedevo l'ora, per primo, di sapere come sarebbero andate le cose. Credo che la serie abbia raggiunto ormai la sua piena maturità, ed è stato un privilegio essere al timone di una squadra così devota e inarrestabile in ogni reparto." 

Per chi si fosse perso le prime due stagioni di Mare Fuori - ciascuna composta da 12 episodi - saranno disponibili sulla piattaforma RaiPlay. Sulla piattaforma digitale della Rai, ad arricchire l'offerta contribuisce anche la serie esclusiva #Confessioni: 25 episodi che danno voce ai protagonisti e ad un racconto senza filtri dei momenti più intensi vissuti sul set. Prodotto a due anni di distanza della prima messa in onda da Roberto Sessa, scritto da Cristiana Farina e Maurizio Careddu, #Confessioni nasce come occasione per il pubblico della serie Mare Fuori di conoscerne al meglio gli attori, attraverso le loro riflessioni sugli eventi di cui sono stati protagonisti, come se fossero realmente accaduti. Il linguaggio è simile al mockumentary, un espediente narrativo nel quale eventi di fiction sono commentati come se fossero reali, attraverso l'artificio di un linguaggio documentaristico. Il racconto combina così il piano della realtà con quello della finzione.

Per tutti gli approfondimenti e anticipazioni sulla terza stagione di Mare Fuori vi rimandiamo alla scheda della serie.