Downton Abbey II: Una Nuova Era

Downton Abbey II: Una Nuova Era, recensione del film


Nuovo capitolo che si va ad aggiungere al mondo tanto amato di Downton Abbey e che, tra eredità inattese e l'arrivo di un'intere troupe cinematografica alla tenuta, non potrà non essere apprezzato dai fan della serie.

di / 26.04.2022
Downton Abbey II: Una Nuova Era

Torna nelle sale cinematografiche un nuovo capitolo dell'universo di Downton Abbey, serie televisiva britannica amata da milioni di persone che, dopo aver chiuso i battenti nel 2015 con la sesta e ultima stagione, ha ripreso i suoi racconti e le storie dei suoi personaggi nel 2019 con un film per il grande schermo e ora torna con il seguito di quella pellicola. Avevamo lasciato i nostri protagonisti nel 1927 e li ritroviamo qualche anno dopo, ad affrontare l'inizio di un nuovo decennio e, come dice il titolo stesso, una nuova era ovvero quella del cinema di Hollywood. Oltre a tutti i volti noti e amati della serie, nuovi attori si aggiungono al cast già molto ricco, ovvero nomi come Hugh Dancy, Laura Haddock e Dominic West.

Due grandi eventi impegnano tutti i personaggi in questa nuova pellicola. Da una parte troviamo Lady Violet (Maggie Smith) alle prese con una villa in riva al mare della Francia, lasciatale in eredità da un aristocratico francese che aveva conosciuto durante la sua giovinezza. La donna decide, a sua volta, di lasciare la proprietà alla nipote Sybbie ma la famiglia Crawley deve scontrarsi con la vedova del defunto conte che non vuole lasciare l'amata villa sulla Riviera a degli sconosciuti, così gran parte della famiglia decide di partire alla volta della Francia per risolvere la situazione. Dall'altra parte Hollywood sbarca a Downton Abbey, una produzione di un grande film chiede, in cambio di una cospicua cifra, di poter utilizzare la tenuta per le riprese e così regista (Hugh Dancy) e l'intero cast affollano le stanze e i corridoi della magione.

Se siete amanti della serie non potrete non amare questo nuovo capitolo. Certo il racconto cinematografico è sempre più corto e meno approfondito di quanto può essere quello televisivo, di conseguenza vedere una stagione di una serie è molto più coinvolgente perché ci si può affezionare più facilmente alle vicende e ai personaggi, per cui il film spesso pecca di una superficialità di fondo e di una velocità del racconto che lasciano un pò con l'amaro in bocca. Probabilmente ci avrebbe fatto piacere che alcune vicende o situazioni avessero avuto più spazio, in primis quella che riguarda Thomas per esempio, ma il film ha comunque tutto quello che i fan della serie hanno sempre amato e che riconoscono.

Come sempre Lady Violet è senza dubbio il personaggio più riuscito della serie e Maggie Smith è un mostro di bravura nel rappresentarlo, sicuramente il film non sarebbe stato lo stesso senza di lei. Molto carino anche l'arrivo della troupe cinematografica che portano una ventata di novità e di allegria all'interno della narrazione, contribuendo a svecchiare un pò le fila narrative della storia; del resto ci apprestiamo ad affrontare un nuovo decennio e ci vuole aria di cambiamento. Tra scene allegre e divertenti e altre più tristi e commoventi, in perfetto stile Downton Abbey, lo spettatore affronterà una nuova avventura insieme ai personaggi tanto amati.

Valutazione di Giorgia Tropiano: 7 su 10