Una spia non basta, la recensione

Recensione del film Una Spia non basta (2012) diretto da McG e con protagonisti Chris Pine, Reese Witherspoon e Tom Hardy.

di / 19.04.2012

Una spia non basta è una commedia americana che mischia romanticismo, azione e comicità, con un cast affiatato composto dal trio Tom Hardy (prossimo villain di Batman in Il cavaliere oscuro: il ritorno), Chris Pine (Star Trek) e Reese Witherspoon (premio oscar per Quando l’amore brucia l’anima). Alla regia troviamo McG (Terminator Salvation), pseudonimo di Joseph McGinty Nichol, re dei videoclip musicali.

FDR Foster (Chris Pine) e il suo migliore amico Tuck (Tom Hardy) sono due agenti della CIA che nascondono la loro vera identità alla propria famiglia. Mentre il primo è un single per scelta e un dongiovanni incallito, il secondo ha un figlio ed è divorziato ma vorrebbe ricrearsi una famiglia. Per uno strano caso del destino entrambi iniziano a frequentare la stessa ragazza, Lauren (Reese Witherspoon), la quale è rimasta scottata da una precedente relazione e ora vorrebbe innamorarsi nuovamente. I due amici scoprono che stanno uscendo con la stessa persona e decidono di conquistarla utilizzando ogni mezzo che hanno a disposizione, così quella che era una semplice uscita diventa una vera e propria sfida.

Una spia non basta è un film di genere, costruito come un prodotto di divertimento per il pubblico senza alcuna finalità artistica importante, che riesce perfettamente nel suo scopo. Gli sceneggiatori e il regista hanno creato una pellicola che inizia come uno spy movie, si trasforma in una commedia romantica, propone poi siparietti comici che scatenano molte risate e infine non fanno mancare l’azione, gli inseguimenti e le sparatorie. Insomma ce ne è per tutti i gusti e il tutto risulta ben miscelato, con forse qualche esagerazione di troppo e un finale prevedibile, ma in fondo in un film così ci può stare.

Il cast è assolutamente perfetto; Tom Hardy, uno degli attori più talentuosi in circolazione, che negli ultimi anni ha dato prova della sua bravura e ha recitato per autori importanti, si cala per la prima volta nella commedia, è bello vederlo nel ruolo di ragazzo dolce e non in quelli dell’omone super palestrato e di duro, che lo hanno contraddistinto finora, ciò non fa altro che confermare la suo istrionismo e la sua bellezza; Chris Pine, ancora poco conosciuto e sfruttato, è perfetto nel ruolo di dongiovanni e i duetti con Hardy fanno scintille; infine Reese Witherspoon, attrice sopravvalutata e relegata a film poco importanti dopo aver vinto un oscar non troppo meritato, è simpatica e giusta nella parte.

Il film Una spia non basta è assolutamente consigliato per chi ama il genere, per i più romantici e anche perché sceglie di andare al cinema per svagarsi e divertirsi. Il suo punto di forza è in una sceneggiatura che per la prima volta mette una donna al centro di un triangolo, che si destreggia fra due bei ragazzi e non sa chi scegliere, non a caso uno dei personaggi più carini è quello della migliore amica di Lauren che le consiglia di andare a letto con entrambi e fare, per una volta, quello che gli uomini fanno con le donne, se no a che sono serviti i movimenti femministi e gli anni di prigione fatti dalle loro leader?

Valutazione di Giorgia Tropiano: 8 su 10
Apri Box Commenti