Un'altra vita (2014)

Un'altra vita

Un'altra vita
Un'altra vita e' una serie di genere Drammatico girata in Italia, realizzata nel 2014,. Un'altra vita si compone di 1 stagioni e da 6 episodi. Ogni episodio dura in media 90 minuti. In Italia debutta su Rai 1 il 11 Settembre 2014.

"Un'altra vita", una produzione Rai Fiction realizzata da Endemol Italia, è una storia originale che racconta come una donna possa cambiare la sua esistenza. Ma racconta anche tre generazioni di donne che vivono la contemporaneità, scegliendo uno stile di narrazione che parte dal medical drama per mescolare insieme commedia, romanticismo, dramma psicologico, racconto familiare, il tutto legato da un mistero che si ispira a un grande classico letterario, Jane Eyre, ripensato dagli autori in chiave contemporanea. La serie, ambientata sull'Isola di Ponza, è diretta da Cinzia TH Torrini e scritta da Stefano Bises, Ivan Cotroneo e Monica Rametta. Protagonista della storia è Emma, interpretata da Vanessa Incontrada, una donna costretta a rimettersi in gioco per far fronte agli avvenimenti che travolgono senza preavviso la sua vita e che le impongono una scelta coraggiosa: abbandonare gli agi e le comodità della vita borghese per trasferirsi da Milano, insieme alle tre figlie, sull'Isola di Ponza, un luogo inizialmente ostile, sconosciuto, nel quale però lentamente riuscirà a ritrovare se stessa. "Un'altra vita" è la storia di una rinascita, che esprime una grande liberazione e invita a respirare, a riappropriarsi dei valori veri della vita e di quella parte più semplice e colorata del nostro modo di esistere. Emma vive a Milano, è medico, e l'ospedale dove lavora è una struttura d'eccellenza. Suo marito, Pietro (Cesare Bocci), ne è il primario di chirurgia e il direttore sanitario. Emma lavora alle sue dipendenze come radiologo. Quando Pietro viene arrestato per corruzione, travolta dallo scandalo, decide di partire, di trasferirsi altrove e di rifarsi un'altra vita lontano da Milano, dalla sua grande e bella casa, dalle amicizie e dalle abitudini, per pudore, protezione e ribellione. Così Emma parte con le sue tre figlie e arriva in incognito nella piccola Isola di Ponza. Lì nessuno la conosce, e lei stessa non conosce niente di quel posto, i paesaggi aspri, i mari in tempesta, la calma struggente e i tramonti spettacolari. Non conosce le diffidenze degli abitanti del luogo, che non vedono di buon occhio quella dottoressa piombata dal nulla nel piccolo presidio medico del paese e le sono ostili. D'altronde, un'altra vita non è gratis, costa fatica, comporta sacrifici e coraggio. Eppure, anche in un'altra vita, nulla è mai come appare. L'incontro con Antonio, (Daniele Liotti), un uomo del luogo con un segreto da nascondere, una villa apparentemente disabitata che tutti chiamano maledetta, tre figlie che la mettono di fronte a scelte importanti, e una serie di scoperte imprevedibili rendono il suo percorso sempre più difficile, prima di arrivare alla rinascita, alla felicità, prima di scoprire tutte le bellezze dell'isola in cui ha deciso di rivivere. Nel cast, anche Loretta Goggi e Francesca Cavallin. Sei puntate, in onda da giovedì 11 settembre, alle 21.15 su Rai1.

Stagioni

Stagioni - EpisodiPrima Visione in Italia
Stagione 1 - Episodi 611 Settembre 2014 su Rai 1

Cast e Personaggi


Schede dei Personaggi

Emma Guarnieri, interpretato da Vanessa Incontrada

Medico specializzato in radiologia, Emma è una donna affascinante che vive una vita apparentemente tranquilla e soddisfacente a Milano, in un bell'appartamento del centro, insieme al marito e alle tre figlie. Quando suo marito Pietro viene arrestato per corruzione, Emma deve affrontare lo scandalo che ne consegue, insieme alla rivelazione che Pietro le ha tenuto nascosti molti aspetti della sua vita. Emma decide quindi di fare domanda di trasferimento e prende la prima destinazione che le viene assegnata: l'isola di Ponza, dove va a vivere insieme alle tre figlie, anche per proteggerle dallo scandalo, e inizia a lavorare nel piccolo presidio medico del paese. Quella che all'inizio sembra una scelta dettata solo da sofferenza e desiderio di fuga, si rivela in tutta la sua complessità. L'incontro con Antonio, un abitante dell'isola, metterà in crisi le sue certezze. Iniziare la sua nuova vita sarà per lei doloroso, sorprendente, faticoso. La ricerca della felicità è il lavoro più difficile del mondo, ed Emma dovrà impararlo a sue spese.

Antonio, interpretato da Daniele Liotti

Originario di Ponza, Antonio ha studiato da avvocato e alla scomparsa dei suoi genitori ha lasciato l'isola per trasferirsi a Roma. Costretto a tornare sull'isola per motivi personali, decide di riaprire la villa della sua famiglia e prende in carico la terra che la circonda per mettere in piedi un vitigno non grandissimo, ma pregiato. Antonio è un uomo silenzioso, a volte sbrigativo, e agli occhi di molti isolani perfino scostante. In realtà è segnato a tal punto dalla sofferenza da non credere di meritare una vita migliore di quella che ha, e ha scelto di vivere sull'isola quasi per punirsi. Nasconde una verità molto dolorosa che, giorno dopo giorno, lo logora ma con cui ha ormai imparato a convivere, fino a quando non incontra Emma. Ed è come se si riconoscessero, tutti e due feriti, tutti e due in cerca di calore umano, tutti e due con un passato troppo complesso da affrontare o da mettere in discussione. La loro è una fortissima attrazione, da subito, ma c'è molto altro. La presenza di Emma metterà in discussione tutte le sue scelte.

Pietro Guarnieri, interpretato da Cesare Bocci

Estremamente affascinante e sicuro di sé, Pietro è un uomo che crede di conoscere la vita, e anche nella difficoltà in cui si trova non si perde d'animo. Ha sposato Emma per amore, ma questo non gli ha impedito di tradirla, anche con leggerezza. Ama le sue figlie, ma non sente il dovere di farsi conoscere da loro per quello che è. Ambiguo, contraddittorio, proclama la sua innocenza davanti agli altri e minimizza con Emma le sue colpe. In un mondo in cui nessuno è innocente, Pietro non crede di essere più colpevole degli altri, solamente più realista. Con la sua visione del mondo e il suo cinismo metropolitano, è capace di fare leva sull'antico amore che lo lega alla moglie per trattenerla. Ma Emma sta cambiando, e non può sopportare più qualsiasi tipo di menzogna o compromesso.

Elvira, interpretato da Loretta Goggi

È la madre di Pietro, una donna all'antica, che non capisce e, anzi, contesta apertamente la scelta di Emma di trasferirsi a Ponza. E' preoccupata per le nipoti, e arrabbiata con quella nuora che ha lasciato suo figlio da solo, ad affrontare il periodo più duro della sua vita. Cercherà di rimanere a Ponza, con la scusa di dare una mano e aiutare le quattro donne. In realtà il suo scopo è quello di convincere Emma a tornare sui suoi passi, anche a costo di metterle le figlie contro. Apparentemente comprensiva nei confronti di Emma, è portatrice di una visione della donna e della moglie per Emma incomprensibile, quella di una compagna che rimane fedele e devota anche quando scopre che il marito ha sbagliato.

Anna, interpretato da Francesca Cavallin

Anna è una giovane donna molto bella. Nel fondo dei suoi occhi si muove una fragilità inquieta, che la rende ancora più affascinante. Ha costantemente bisogno di aiuto ed è difficile pensare che una ragazza così possa essere stata capace di gesti violenti, in passato. Ed è per questo che molti sull'isola la vedono con diffidenza. È, suo malgrado, una donna pericolosa, perché malata, e non responsabile delle sue azioni.

Silverio Feola, interpretato da Carmine Recano

E' il giovane medico che lavora a Ponza con Emma. Bello, scrupoloso, elegante, è un collega cordiale ma anche scettico nei confronti della nuova dottoressa. Originario di Ponza, ha un rapporto ambivalente con la sua isola. Alle volte si sente in gabbia ma non riesce ad andarsene. Vive da solo, esce raramente, spesso va a Roma per incontrare gli amici o per assistere a concerti e spettacoli teatrali. Col tempo diventerà uno dei più stretti confidenti di Emma.

Giulia Guarnieri, interpretato da Claudia Alfonso

E' la maggiore delle figlie di Emma, compirà diciotto anni sull'isola. È la figlia che ogni genitore teme di avere: troppo bella per non mettersi nei guai, troppo disinvolta per non rispondere continuamente a tono, ribelle, poco interessata alla scuola e ai libri. Sfrontata, piena di intelligenza pratica, difficile da rassicurare, è una ragazza diretta e capace perfino di essere aggressiva. Inizialmente scontrosa con la madre, non fa niente per rendersi utile in casa, e contesta tutte le scelte di Emma. Ama troppo suo padre per poterle perdonare quella che ai suoi occhi è una fuga. Ma la durezza del carattere di Giulia è in gran parte apparenza. La sua disinvoltura e sfrontatezza sono solo una maschera dietro la quale si nascondono insicurezze, il peso delle prime delusioni, e soprattutto una visione romantica dell'amore. Lasciata con poca delicatezza via sms dal fidanzato di Milano, decide di non voler più nessuno accanto. Riesce, dopo un'iniziale diffidenza, a instaurare un buon rapporto con Nino, cuoco nel ristorante in cui inizia a lavorare.

Margherita Guarnieri, interpretato da Ludovica Bizzaglia

Sedici anni e prima della classe. Sempre pronta ad aiutare gli altri. Generosa, altruista, attenta, generalmente ottimista. Margherita è l'unica delle figlie di Emma che, pur non capendola completamente, difende con il beneficio del dubbio la scelta della madre di allontanarsi da Milano. Al contrario di Giulia, è la figlia che tutti vorrebbero avere, quella da cui non ci si aspetta mai un'alzata di testa, e per la quale sembra scritto un destino di felicità e realizzazione professionale e personale. Ma, come spesso succede, è proprio la persona che sembra meno a rischio quella che si rivela più fragile e più incline a commettere magari un solo, ma irrimediabile errore. Si innamorerà di Riccardo, un ragazzo affascinante, studente presso la caserma dell'Aeronautica.

Camilla Guarnieri, interpretato da Giulia Cappelletti)

Nove anni, e il trauma dell'arresto del padre alle spalle. Camilla è una bambina intelligente e piena di vita, che fa molte domande e studia, non senza accenni di critica, le vite delle sue sorelle maggiori, che spesso non capisce e la lasciano perplessa. Anche per lei, ma in maniera meno traumatica che per gli altri della famiglia, la vita sull'isola di Ponza è una continua scoperta; la natura, il mare, una vita da passare all'aria aperta, il rapporto con i suoi nuovi compagni di classe. La religione è una scoperta importante per lei: quando capisce che gran parte della vita dei suoi compagni di classe ruota intorno al catechismo e alla preparazione alla Prima Comunione, insiste con sua madre per potere seguire il corso anche lei, in parte incuriosita da un mondo che non conosce e in parte attratta dal piccolo Brandon Vitiello, figlio del medico collega di sua madre. Camilla è un uragano di energia con cui le sorelle e la madre devono fare continuamente i conti, ed è capace, con una delle sue battute fulminanti, di spezzare la tensione che a volte si respira in casa.

Giovanni detto Nino, interpretato da Ludovico Fremont

Figlio di ristoratori dell'isola, Nino ha studiato all'istituto alberghiero e poi ha passato due anni a Londra, dove ha lavorato come ultimo assistente nella cucina di un ristorante alla moda. Qui ha imparato due cose: la prima è che la cucina dei suoi genitori è vecchia e lui deve renderla moderna. La seconda è che non ci si può mai fidare delle ragazze. Ritorna a Ponza deciso a inserire nel menu del ristorante di famiglia piatti elaborati e forse troppo sofisticati per la clientela. Incontra Giulia che è stata assunta dai suoi genitori per il servizio ai tavoli e la detesta da subito. Poi, quando capisce che lei odia gli uomini quanto lui odia le donne, accetta di esserle amico.

Silverio Vitiello, interpretato da Luigi Di Fiore

E' il più anziano dei due medici che lavorano con Emma. Incline alle massime e ai luoghi comuni, apparentemente superficiale e perfino distaccato, è amante della buona tavola e un buon medico, capace di diagnosi precise e accurate. Sull'isola tutti si fidano di lui. Ha due figli ed è sposato con Mary. Allegramente misogino, ammette con Emma senza problemi di avere difficoltà a fidarsi di lei proprio perché 'è femmina'. All'inizio sembra con lei un po' duro e sbrigativo, ma in realtà la sta mettendo alla prova. Il rapporto con Emma diventerà lentamente uno scambio proficuo e fiduciario.

Mary, interpretato da Antonella Stefanucci

Moglie del dottor Silverio Vitiello, è la titolare dell'unica "boutique" di abbigliamento sull'isola. In realtà il suo vero nome è Maria Addolorata ma, come si intuisce anche dalle scelte dei nomi dei figli - Joseph Arthur e Brandon - Mary ha un'avversione per i nomi italiani. Pettegola, anche se non cattiva, complica la vita già di per sé complicata di Emma con una serie di ostacoli. E' lei a scoprire il motivo del suo trasferimento sull'isola, ed è anche lei a opporsi sottilmente alla frequentazione tra la piccola Camilla e suo figlio Brandon. Non si fida delle donne milanesi, forse perché in fondo sono libere e moderne come lei vorrebbe davvero essere.

Riccardo, interpretato da Luca Avallone

È sull'isola per studiare da meteorologo sul posto presso la caserma dell'Aeronautica. Ventenne, bel ragazzo, apparentemente dolce, conquista Margherita e la fa innamorare di lui.Riccardo, infatti, è un ragazzo brillante, sa raccontare in maniera poetica i segreti del cielo e delle nuvole, mostrare le stelle, conquistare una ragazza.

Giuseppe, interpretato da Ciro Esposito

Giuseppe e Silvia gestiscono il minimarket del paese. Nonostante all'inizio Giuseppe tratti con condiscendenza Emma, il fatto che lei sia l'unica a intuire cosa sta succedendo con la gravidanza della moglie lo spinge presto a cambiare atteggiamento. Dopo che Emma aiuta Silvia a partorire, la ragazza diventa la sua migliore alleata sull'isola, nonché la sua prima amica. Giuseppe e Silvia finiscono per dare più di una mano a Emma, e per svelarle molti aspetti dell'isola che non conosce. È anche attraverso loro che Emma impara ad amare l'isola.

Silvia, interpretato da Danila Stalteri

Giuseppe e Silvia gestiscono il minimarket del paese. Nonostante all'inizio Giuseppe tratti con condiscendenza Emma, il fatto che lei sia l'unica a intuire cosa sta succedendo con la gravidanza della moglie lo spinge presto a cambiare atteggiamento. Dopo che Emma aiuta Silvia a partorire, la ragazza diventa la sua migliore alleata sull'isola, nonché la sua prima amica. Giuseppe e Silvia finiscono per dare più di una mano a Emma, e per svelarle molti aspetti dell'isola che non conosce. È anche attraverso loro che Emma impara ad amare l'isola.

Joseph Arthur, interpretato da Guglielmo Poggi

Vessati da due nomi improbabili, soprattutto se affiancati al cognome Vitiello, i due figli di Silverio e Mary hanno dodici anni di differenza. Joseph Arthur studia per diventare medico, e spesso è al presidio sanitario per fare esperienza. Tutti però sanno che potrebbe fare molte cose nella vita, ma di sicuro non il medico. Joseph Arthur però non ha il coraggio di ribellarsi e resta lì, seduto con il libro di anatomia aperto davanti, o al fianco del padre quando visita, con la paura delle malattie e impressionandosi alla vista del sangue. Suo fratello Brandon, dieci anni, ha le idee più chiare. Appassionato di calcio, Brandon è il responsabile della scoperta dell'amore per la piccola Camilla, anche se le bambine sono l'ultimo dei suoi pensieri.

Brandon, interpretato da Osvaldo Brigante

Vessati da due nomi improbabili, soprattutto se affiancati al cognome Vitiello, i due figli di Silverio e Mary hanno dodici anni di differenza. Joseph Arthur studia per diventare medico, e spesso è al presidio sanitario per fare esperienza. Tutti però sanno che potrebbe fare molte cose nella vita, ma di sicuro non il medico. Joseph Arthur però non ha il coraggio di ribellarsi e resta lì, seduto con il libro di anatomia aperto davanti, o al fianco del padre quando visita, con la paura delle malattie e impressionandosi alla vista del sangue. Suo fratello Brandon, dieci anni, ha le idee più chiare. Appassionato di calcio, Brandon è il responsabile della scoperta dell'amore per la piccola Camilla, anche se le bambine sono l'ultimo dei suoi pensieri.

Don Mario, interpretato da Claudio Puglisi

Trasferitosi a Ponza quasi trent'anni fa, don Mario è un parroco attento e sensibile, l'unico che non si fa guidare dal pregiudizio quando conosce Emma. Sa tutto dei suoi fedeli, e ne conosce anche le debolezze. Don Mario è un prete moderno, nonostante sia stato così a lungo in una diocesi tanto piccola e chiusa, e ha un sentimento religioso molto forte e puro.

Maria Grazia, interpretato da Matilde Piana

Maria Grazia ricorda ancora il giorno in cui ha visto arrivare sull'isola quel ragazzo che sarebbe diventato il loro parroco. Troppo giovane, dicevano tutti. Troppo bello per fare il prete, pensò lei. Sa di essersi innamorata di lui fin da subito. Eppure in tanti anni non ha mai fatto nulla per ottenere qualcosa di più che non fosse passare del tempo con lui e aiutarlo con le necessità della chiesa. Ha rinunciato alla sua vita per lui, è vero. Ma prima del suo arrivo non era mai stata innamorata di nessuno, e dopo di lui nessuno ha più retto il confronto.

Immagini dagli Episodi

Curiosità

Note di Regia - Cinzia TH Torrini

E' stata un'esperienza unica come regista avere Ponza tutta per noi. Un centinaio di persone, tra troupe e attori, sbarcati con camion e attrezzature in pieno inverno, tre ristoranti e un albergo aperti apposta per noi. Dove sono gli abitanti? Come facciamo con le comparse? Sembrava di essere noi stessi dentro la trama del nostro film. Da dietro le finestre ci guardavano con sospetto. Sembrava che si chiedessero: che ci fanno qui? Hanno sbagliato stagione… Poi siamo riusciti a farli uscire dalle loro case. Li abbiamo convinti a far parte del film. A loro è piaciuto e alla fine ci hanno ringraziato per aver "svegliato" l'isola, accorciando il lungo periodo di attesa per la buona stagione, quando finalmente tutto si anima e si apre. Noi invece abbiamo scoperto che l'isola con i colori del mare, del cielo, delle rocce, d'inverno è ancora più affascinante. Siamo riusciti a filmare con il drone aspri dirupi e calette irraggiungibili, mostrando in "Un'Altra Vita" immagini suggestive e sconosciute di Ponza. Questo lavoro mi ha dato la possibilità di raccontare, come regista donna, una storia molto al femminile, vista dagli occhi delle donne. È molto raro avere sei attrici protagoniste dove le linee trainanti della storia sono i percorsi emozionali e psicologici dei personaggi. Emma, con le sue figlie ancora minorenni che, loro malgrado, devono seguire la madre in quest'isola lasciando il loro mondo milanese alle spalle, trascinerà anche voi spettatori in un'altra vita. Tra equivoci, conflitti e difficoltà, di puntata in puntata, sarete catturati dal loro quotidiano. Vi farà sorridere e sognare perché tutte, in un modo o nell'altro, saranno colpite da cupido... Questa serie ha avuto più che mai bisogno di un attento lavoro "a tavolino" con tutti gli attori prima delle riprese, percorrendo con loro tutti gli sviluppi drammaturgici emozionali. È un modo di lavorare che ho imparato da studentessa dell'Accademia di Cinema in Germania, potendo vivere l'esperienza di assistere alle sedute di Ingmar Bergman con gli attori per il film L'Uovo di Serpente. Con i miei collaboratori abbiamo fatto anche un grande lavoro sulla caratterizzazione dei personaggi attraverso la scelta degli abiti, del look, lavorando molto sulla credibilità e sulla psicologia per accentuare tutte le sfumature. Sfumature al femminile che sono riuscita a tirare fuori dalla naturalezza di Vanessa, dall'esperienza di Loretta, dalla freschezza delle ragazze che faranno sicuramente immedesimare tante giovani spettatrici. Non è stato facile unire più generi: commedia, romanticismo, dramma psicologico, racconto familiare e mistery - una scommessa per gli sceneggiatori e per noi sul set. Penso però, con i dialoghi molto veri e brillanti e una regia attenta al particolare ma anche leggera, con ritmo e colori, che, forse, ci siamo riusciti! 

Apri Box Commenti