La Conseguenza, Intervista a Bojana Nikitovic

La Conseguenza, Intervista a Bojana Nikitovic

Lingua: Italiano | Durata: 00:04:15 |

La costume designer Bojana Nikitović ha incontrato la stampa italiana in un evento in stile anni '40 per parlare degli abiti indossati da Keira Knightley nel film.

"In Italia c'è un grande rispetto per i costumi: non a caso siete così bravi… se non i più bravi di tutti!". Bojana Nikitović, costume designer del film di James Kent La Conseguenza, può vantare un legame di lunga data con il nostro Paese, inclusa la fruttuosa e longeva collaborazione con il Premio Oscar Milena Canonero.

Nel corso di un incontro con la stampa italiana, la Nikitović ha mostrato i bozzetti (visibili nella galleria fotografica del film) realizzati per il dramma storico tratto dal best seller di Rhidian Brook, commentando il lavoro di ricerca fatto per ogni costume ed il legame con l'evoluzione del personaggio. Non è solo la moda del periodo storico di riferimento ad influenzare il concept e la realizzazione degli abiti; anche la fisicità, le emozioni e la psicologia del personaggio sono elementi da prendere in considerazione. Così è stato per la protagonista Rachael (Keira Knightley), che passa da uno stile più austero - sintomo della diffidenza provata nei confronti del Paese che la ospita e del dolore che non le permette di tornare a vivere - ad uno più femminile e "leggero" che riflette la sua rinnovata passione per la vita.

Proprio la scelta del cast è stato uno dei motivi per cui Bojana Nikitović ha scelto di accettare di lavorare a La Conseguenza. "Keira Knightley è il sogno di ogni costumista per come porta i costumi, per la sua postura e la sua bellezza" ha dichiarato la Nikitović.

L'incontro con la costume designer è stato accompagnato da uno shooting fotografico per le giornaliste e blogger presenti, che hanno potuto mettersi in posa con un look anni '40 nella cornice del suggestivo Hotel Principe di Savoia di Milano.

Nella Germania del 1946 Rachael Morgan (Keira Knightley) raggiunge ad Amburgo il marito Lewis Morgan (Jason Clarke), colonnello inglese che è nella città tedesca impegnato nella ricostruzione dopo i bombardamenti alleati. Con grande sorpresa della moglie Lewis sceglie di non requisire la loro nuova abitazione ma di convivere con il vecchio proprietario, l'architetto Stefan Lubert (Alexander Skarsgård) e la figlia.
Presto scopriranno di avere in comune più di quello che credesse e il risentimento di Rachael per Stefan si trasformerà in passione.