Anomalisa (2015)

Anomalisa

Locandina Anomalisa
Anomalisa (Anomalisa) diretto da Duke Johnson, Charlie Kaufman con protagonisti Jennifer Jason Leigh, David Thewlis, Tom Noonan.
Prodotto da Starburns Industries nel 2015 in USA esce in Italia Mercoledì 25 Febbraio 2015 distribuito da Universal Pictures.

TRAMA

Il film segue le vicende di un oratore motivazionale di successo, il quale viaggia per il Paese cambiando la vita di molte persone. Tuttavia, nel trasformare gli altri, egli perde qualcosa di se stesso. La sua vita diventa sempre più grigia e monotona e le persone iniziano a sembrare tutte identiche. All'improvviso la voce di una ragazza sconvolge la sua vita, facendolo finalmente sentire vivo. 

Data di Uscita ITA: Mercoledì 25 Febbraio 2015
Nazione: USA - 2015
Formato: Colore
Durata: N.d.
Produzione: Starburns Industries
Distribuzione: Universal Pictures
Box Office: USA: 3.424.684 dollari | Italia: 38.601 euro
Note:
Presentato in Concorso al Festival del Cinema di Venezia 2015.
In HomeVideo: in DVD da Mercoledì 22 Giugno 2016 [scopri DVD e Blu-ray]

Cast e personaggi

Regia: Charlie Kaufman, Duke Johnson
Sceneggiatura: Charlie Kaufman
Musiche: Carter Burwell
Fotografia: Joe Passarelli
Montaggio: Garret Elkins

Cast Artistico e Ruoli:
foto Jennifer Jason LeighJennifer Jason Leigh
Lisa Hesselman (voce originale)
foto David ThewlisDavid Thewlis
Michael Stone (voce originale)
foto Tom NoonanTom Noonan
Qualsiasi altro (voce originale)

Recensioni redazione

AnomalisaAnomalisa, la recensione

7/10
Erika Pomella
Cinico e spietato, Anomalisa gioca soprattutto sulla magia della parola, e si fa forte di una sceneggiatura intelligentissima e divertente, che presenta un buon ritmo.

News e Articoli

AnomalisaAnomalisa di Charlie Kaufman in DVD, Blu-ray dal 22 giugno

Anomalisa è un surreale viaggio cupamente comico e in stop-motion nella lunga notte dell'anima di un uomo.

Golden Globe AwardsGolden Globe 2016: tutte le nomination

Annunciate le nomination della 73esima edizione dei Golden Globe: niente italiani fra i film stranieri. Tra i piu' nominati: La Grande Scommessa di McKay, Steve Jobs di Boyle, Carol di Haynes.

DESDE ALLÁVenezia 72: tutti i Premi e Vincitori

A Venezia 72: Valeria Golino miglior attrice, Leone d'oro a 'Desde Alla', Leone d'argento a 'El Clan'. Tutti i Premi e Vincitori di Venezia 72.

SANGUE DEL MIO SANGUE di Marco BellocchioVenezia 72, il programma di Martedì 8 Settembre 2015

A Venezia 72, Martedì 8 settembre, in concorso tre film: Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson, Sangue Del Mio Sangue di Marco Bellocchio, Abluka (Frenzy) di Emin Alper. Fuori concorso: La Vita E Niente Altro di Bertrand Tavernier.

Immagini

[Schermo Intero]
Locandina internazionale
Foto e Immagini Anomalisa
Locandina internazionale
Locandina italiana
Locandina italiana nuova
Foto dal film
Foto dal film

LA PRODUZIONE

Il primo film d'animazione diretto da Charlie Kaufman e Duke Johnson è nato nel 2005 come opera teatrale, come parte dell'avventuroso progetto 'Theater of a New Ear ' (Teatro di un nuovo orecchio) del compositore Carter Burwell, che ha messo insieme i registi-sceneggiatori premi Oscar Charlie Kaufman e Joel & Ethan Coen per un doppio spettacolo "sonoro" andato in scena a New York, Londra e Los Angeles. Per questi spettacoli, Burwell — che ha scritto le colonne sonore per i film sceneggiati da Kaufman ESSERE JOHN MALKOVICH e IL LADRO DI ORCHIDEE e per molti dei film dei fratelli Coen — ha messo insieme un ensemble da camera che, insieme agli effetti sonori dell'artista/rumoristaMarko Costanzo, offriva un accompagnamento dal vivo mentre gli spettacoli di Kaufman "Hope Leaves the Theater", interpretato da Hope Davis, Peter Dinklage e Meryl Streep, e "Sawbones" dei Coen si svolgevano su un palcoscenico vuoto con gli attori seduti su sgabelli che leggevano le loro battute nello stile dei radiodrammi dei vecchi tempi.  A Los Angeles, a causa di impegni sovrapposti, lo spettacolo dei Coen è stato sostituito con "Anomalisa", scritto da Francis Fregoli, pseudonimo di un famoso scrittore che poi si è rivelato essere Kaufman.

A teatro, "Anomalisa" raccontava la storia dell'oratore motivazionale Michael Stone — un inglese che vive a Los Angeles con moglie e figlio piccolo — che viaggia per gli Stati Uniti facendo discorsi incoraggianti e motivanti ai professionisti del settore customer-service. Durante una grigia sosta a Cincinnati, conosce Lisa Hesselman, un'addetta alle vendite goffa e schiva che viene da Akron ed è una delle sue più fedeli discepole. Interpretato da Jennifer Jason Leigh, Tom Noonan e David Thewlis, "Anomalisa" era un'impresa narrativa in termini di cosa rivelava e cosa no. Tra gli spettatori dello spettacolo a Los Angeles c'erano i produttori esecutivi Keith e Jess Calder, una coppia che aveva messo insieme film come FAULTS, THE GUEST e YOU'RE NEXT sotto il loro marchio, la Snoot Entertainment. "Mi è piaciuta molto 'Anomalisa' come esperienza teatrale perché la messa in scena prendeva molto in prestito dalle tecniche cinematografiche, con l'orchestra e il rumorista," dice Keith Calder. "Era molto evocativa e giocava con i concetti di solitudine e amore e con cosa significhi essere una persona – temi universali che funzionano sempre. Nella versione teatrale c'era un senso di distacco, di disconnessione, che sarebbe stato molto adatto a un film, ho pensato."

Dopo che il copione teatrale è arrivato tra le mani di Dino Stamatopoulos, co-fondatore di Starburns Industries, Inc., — insieme a Dan Harmon, creatore di  "Community" della  NBC —  "Anomalisa" ha cominciato la sua transizione verso il grande schermo, prendendo forma come primo film animato di Kaufman e prima incursione di Starburns fuori dal mondo della televisione. Lanciata nel 2010, Starburns è una società di produzione all'avanguardia, specializzata in animazione stop-motion e 2D tradizionale. La società ha vinto un Emmy per l'animazione dei personaggi di "Abed's Uncontrollable Christmas", un episodio di "Community" interamente girato in animazione stop-motion. 

Duke Johnson, il regista e produttore che ha anche lavorato sui programmi di Stamatopoulos per la rete tv Adult Swim "Moral Orel" e "Mary Shelley's Frankenhole", è stato scelto per dare vita ad ANOMALISA come film d'animazione per il grande schermo. "C'è stato un momento di calma e quiete dopo che avevamo finito di produrre uno speciale per uno dei programmi di Dino," spiega Johnson. "Stavamo pensando a nuovi progetti e Dino aveva questo copione di Charlie Kaufman — io sono un grandissimo fan del lavoro di Charlie e ho falto salti di gioia all'idea di poter collaborare con lui." La produttrice Rosa Tran ("Robot Chicken", "Frankenhole") si è unita alla squadra creativa lavorando a fianco di Kaufman e Johnson quando ANOMALISA è entrata nella fase dell'animazione.

 Kaufman, che è notoriamente molto riservato riguardo ai suoi progetti e preferisce che siano gli spettatori a trarre le loro conclusioni,  ammette scherzando che ANOMALISA — nella sua versione animata — è "di circa un'ora e mezzo".  Dopo una campagna Kickstarter di successo, Kaufman e Johnson e Tran hanno cominciato a mettere insieme una squadra di specialisti di stop-motion in grado di dare vita animata alle tribolazioni di Michael Stone e Lisa Hesselman e a cosa succede loro all'Hotel Fregoli. Il copione teatrale è rimasto per la maggior parte lo stesso. "I personaggi sono gli stessi, gli attori sono gli stessi, il copione è lo stesso – quasi completamente," dice Kaufman."  Johnson aggiunge: "Il copione sembrava fatto apposta per l'animazione sin dall'inizio, è perfetto per questo tipo di linguaggio."

Kaufman e Johnson hanno lavorato insieme per creare l'atmosfera e l'estetica uniche di ANOMALISA. Con Tran hanno cercato di trovare i migliori talenti di stop-motion, mettendo insieme tecnici specializzati in scultura, plasmare e fare il calco, costumi e pettinature, pittura delle scene, arredo, e infine in animazione dei pupazzi e cioè l'intricato processo di registrare il movimento dei pupazzi, alti una trentina di centimetri, che sono diventati i personaggi del film perché sono stati messi in posa e poi risistemati per ogni inquadratura fotografica. Hanno ingaggiato il direttore della fotografia Joe Passarelli, che aveva lavorato su  "Mary Shelley's Frankenhole" di Starburns, per la sua esperienza fuori dal regno dello stop-motion – se ANOMALISA resta un film d'animazione, la sua storia si svolge in un mondo che sembra decisamente reale e comune, dall'abbigliamento ordinario indossato dai personaggi fino alle noiose suite dell'hotel, ai corridoi, alle cocktail lounge e alle sale conferenze che li contengono.

 Ad ogni stadio della produzione,  la squadra di ANOMALISA ha cercato di far apparire reale il mondo della storia, con i designers che si sono concentrati sui più piccoli dettagli come gli occhi luccicanti dei personaggi, le caratteristiche più grossolane come le mani grassoccie e tutti gli atteggiamenti e  i modi di comportarsi naturali, reali. "Volevamo che i corpi sembrassero veri," dice Kaufman. "I pupazzi sono minuscoli e hanno richiesto movimenti molto precisi da parte degli animatori per dare vita agli occhi. Il nostro obiettivo era rendere espressivi i personaggi."  I filmmaker hanno deliberatamente lasciato le linee sulle facce di Michael, Lisa e di altri personaggi per allontanare l'animazione dal processo tipico dello stop motion, in cui due parti separate della faccia di un personaggio – la fronte e la parte inferiore del viso – vengono spesso dipinte digitalmente per creare un aspetto più raffinato, antropomorfico. Kaufman e Johnson hanno preferito un approccio che mostrasse tutti i pregi e i difetti, per attenersi alla difficile situazione esistenziale di Michael Stone. "Nei film d'animazione con budget elevati spesso i pupazzi vengono 'raffinati' in post produzione fino al punto da renderli visivamente intercambiabili con personaggi generati al computer," afferma Kaufman. "E' molto difficile capire la differenza. Noi non volevamo combattere contro i materiali che stavamo usando. Dal punto di vista simbolico e metaforico, questa decisione creativa avvalorava quello che stavamo cercando di fare e dire nel film, così abbiamo scelto di tenere intatta la linea che divide le due parti della faccia."

Inalterato, per un passaggio dal palcoscenico allo schermo senza soluzione di continuità, è pure il cast principale della pièce sonora - Jennifer Jason Leigh, Tom Noonan e David Thewlis. Scegliendo di nuovo di restare muto sulle sue intenzioni nell'utilizzare delle strategie peculiari di voice-over — ANOMALISA è  di sicuro diverso da tutti film che si sono sentiti prima— Kaufman dice solo che era entusiasta di lavorare di nuovo con il suo ensemble che aveva interpretato la versione teatrale precisamente due volte. "Ci siamo trovati insieme, abbiamo fatto questa cosa, abbiamo lavorato sodo e poi siamo andati ognuno per la sua strada," ricorda. "Ci siamo tutti goduti quest'esperienza fatta per puro amore – non c'erano soldi per nessuno. Era come fare la recita scolastica nel miglior modo possibile. Nessuno era lì per una ragione diversa dal voler essere lì, e questo portava con sé tutta una sorta di eccitazione. Volevo rifarlo con loro."

Il produttore esecutivo Keith Calder è stato coinvolto in ANOMALISA all'inizio del 2012, dopo aver visto la versione teatrale e avendo accettato di fornire un'importante parte del finanziamento del film in seguito a un incontro ben riuscito con Kaufman e Johnson e il resto del team di Starburns. Era già un fan del lavoro di entrambi i registi. "Amo il modo di scrivere di Charlie da ESSERE  JOHN MALKOVICH e credo che lo speciale animato di Duke per "Community" fosse incredibilmente ben fatto e rivoluzionario per la TV in quanto era un episodio completamente animato in stop-motion di una sitcom live-action," dice. La Snoot Entertainment di Calder ha prodotto film di diversi generi e formati, inclusi film horror, documentari e animazione CG, ma una pellicola in stop-motion era un territorio tutto nuovo e un'aggiunta benvenuta nel catalogo eclettico della società. "Eravamo molto attratti dal produrre qualcosa con una tecnica con la quale non avevamo mai lavorato prima," dice Calder, che ha seguito la squadra di ANOMALISA durante ogni fase della produzione. "La confluenza di stop-motion, Charlie Kaufman e Starburns Industries rendeva questo progetto assolutamente allettante per noi."

Sullo schermo, ANOMALISA trova posto senza sfigurare a fianco dei lavori distintivi di Kaufman come ESSERE JOHN MALKOVICH, IL LADRO DI ORCHIDEE, SE MI LASCI  TI CANCELLO e SYNECDOCHE, NEW YORK, classici moderni che presentano protagonisti sfigati ma assolutamente indimenticabili che resistono alle avversità della vita in circostanze comicamente dark. Con il gioco di parole del titolo che rispecchia l'amore profondo del regista/scenaggiatore per il linguaggio e i giochi di parole, ANOMALISA affronta i temi, tipicamente kaufmaniani, dell'isolamento, della solitudine, della malinconia e della depressione e la ricerca di un contatto – o "una sorta di speranza di contatto", come la definisce Kaufman.

Per Kaufman e Johnson, l'aspetto più impegnativo nel portare ANOMALISA sullo schermo in formato stop-motion era capire come creare qualcosa di visivo da un progetto che era stato specificatamente concepito per non essere visivo. "Alcuni dei concetti più importanti di questa pièce sono stati scritti in modo che gli spettatori debbano scoprirli, inventarli" conclude Kaufman. "Senza essere troppo specifici su quali fossero queste cose, capire come tradurle in immagini è diventato un processo lungo e complesso e per questo motivo quando è iniziato a sembrare più un film che una piece sonora è stato molto elettrizzante. Certe cose risultano molto diverse quando le metti sullo schermo da quando le metti nella testa di un pubblico, come succedeva nella versione teatrale. Ora pensare ad ANOMALISA come una pièce sonora è davvero difficile."

Apri Box Commenti Movietele Comments