Chiamami col tuo nome (2017)

Call Me by Your Name

Locandina Call Me by Your NameChiamami col tuo nome (Call Me by Your Name) è un film di genere Drammatico di durata circa 130 minuti diretto da Luca Guadagnino con protagonisti Armie Hammer, Timothée Chalamet, Amira Casar, Victoire Du Bois, Esther Garrel, Michael Stuhlbarg.
Prodotto da Frenesy Film Company nel 2017 in Italia e Francia [Uscita Originale il 24/11/2017 (USA)] esce in Italia Giovedì 8 Febbraio 2018

TRAMA E SCHEDA TECNICA

È l'estate del 1983 nel nord dell'Italia e Elio Perlman (Timothée Chalamet), un precoce ragazzo italo-americano di 17 anni, trascorre le sue giornate nella villa del XVII secolo della sua famiglia trascrivendo e suonando musica classica, leggendo e flirtando con l'amica Marzia (Esther Garrel). Elio gode di stretti rapporti con suo padre (Michael Stuhlbarg), un eminente professore specializzato nella cultura greco-romana, e sua madre Annella (Amira Casar), una traduttrice che gli impartisce i frutti di un'alta cultura in un ambiente che trabocca di piaceri naturali. Mentre la sofisticazione e i doni intellettuali di Elio suggeriscono che egli è già un adulto in tutto e per tutto, c'è molto che ancora rimane innocente e inconsistente in lui, in particolare le questioni del cuore. Un giorno, Oliver (Armie Hammer), un affascinante studioso americano che lavora al suo dottorato, arriva come interlocutore estivo annuale incaricato di aiutare il padre di Elio. In mezzo allo splendore soleggiato dell'ambiente, Elio e Oliver scoprono la brillantezza del desiderio nel corso di un'estate che altererà la loro vita per sempre.

Data di Uscita ITA: Giovedì 8 Febbraio 2018
Data di Uscita USA: Venerdì 24 Novembre 2017
Data di Uscita Originale: 24/11/2017 (USA)
Genere: Drammatico
Nazione: Italia, Francia, Brasile, USA - 2017
Formato: Colore
Durata: 130 minuti
Produzione: Frenesy Film Company, La Cinéfacture, RT Features, Water's End Productions, M.Y.R.A. Entertainment
Box Office: USA: 6.084.655 dollari | Italia: 2.211.142 euro -> Storico incassi

Cast e personaggi

Regia: Luca Guadagnino
Sceneggiatura: Luca Guadagnino, James Ivory, Walter Fasano
Fotografia: Sayombhu Mukdeeprom
Scenografia: Samuel Deshors
Cast e Ruoli:

Recensioni redazione

9/10
Chiamami col tuo nome, la recensione

Chiamami col tuo nome è una delicata dedica all'amore stesso, una poesia che ci fa vivere la storia appassionante e coinvolgente di due ragazzi in una calda estate del 1983 nelle campagne del Nord Italia.

News e Articoli

Box Office Italia: Made In Italy, L'uomo sul treno e L'ora più buia sul podio

'Made In Italy' il film piu' visto nel weekend dal 26 al 28 gennaio 2018, seguito da 'L'uomo sul treno' e 'L'ora più buia'. Debutta settimo 'Chiamami con il tuo nome'.

Oscar 2018, tutte le Nomination. The Shape of Water in testa con 13 candidature

Quattro nomination per il film dell'italiano Guadagnino, Chiamami col tuo nome;, 13 candidature per The Shape of Water di Guillermo del Toro, l'italiana Alessandra Querzola in lizza per arredatrice di scena di Blade Runner 2049.

Chiamami con il tuo nome, il film di Luca Guadagnino con Armie Hammer al cinema da Febbraio

Il film, basato sul famoso romanzo di André Aciman, è diretto da Luca Guadagnino e vede nel cast Armie Hammer, Timothée Chalamet e Michael Stuhlbarg.

Curiosita'

Note del Regista

Mi piace pensare che Chiamami col tuo nome chiuda una trilogia di film sul desiderio, con Io sono l'amore e A Bigger Splash. Mentre nei precedenti il desiderio spingeva al possesso, al rimpianto, al disprezzo, al bisogno di liberazione, in Chiamami col tuo nome abbiamo voluto esplorare l'idillio della giovinezza. Elio, Oliver e Marzia sono irretiti in quella splendida confusione che una volta Truman Capote ha descritto affermando "l'amore, non avendo una mappa, non conosce confini". Chiamami col tuo nome è anche il mio omaggio ai padri della mia vita: il mio vero padre e i miei padri cinematografici: Renoir, Rivette, Rohmer, Bertolucci.

Note di Produzione

Chiamami col tuo nome ricorda vividamente la sensazione di un'estate italiana, piena di gite in bicicletta, di nuotate di mezzanotte, di musica e d'arte, di pasti appetitosi sotto il sole e del risveglio della prima passione di un ragazzo di 17 anni. Quando Elio (Timothée Chalamet) si innamora di Oliver (Armie Hammer), un carismatico studente universitario ospite nella villa dei suoi genitori nel nord Italia, nasce un'esperienza che segnerà entrambi per sempre. "Non voglio che Chiamami col tuo nome venga percepito come un'opera iper-intellettuale, ma come una tenera storia d'amore che emozioni il pubblico: come una scatola di cioccolatini" dice il regista Luca Guadagnino.
Il film è basato sul primo acclamato romanzo di André Aciman, che l'autore ha scritto vorticosamente in soli tre mesi. "Ho scritto più velocemente di quanto abbia mai fatto nella mia vita - afferma Aciman - era come se fossi innamorato. La scrittura mi ha portato in luoghi in cui normalmente non avrei mai osato andare. Ci sono cose nel libro che col senno di poi rileggendolo ho pensato: 'non posso credere di aver scritto questo!' Ma l'ho fatto. E' come se mi fosse stato dettato".
Quando il libro è stato pubblicato all'inizio del 2007, è stato rapidamente considerato come un classico moderno della letteratura sul primo amore, e lodato per il suo crudo erotismo (l'articolo del New York Times l'ha presentato così: "Questo romanzo è hot"), suscitando grande emozioni e un profondo impatto sui lettori. Due produttori, Peter Spears e Howard Rosenman, hanno letto il romanzo in modo autonomo, e nel 2008 hanno unito le forze per produrlo. "Penso che il romanzo evochi la sensualità e la sessualità, l'erotismo e l'ansia tipica del primo amore, come pochi altri libri hanno fatto" dice Rosenman. Il libro è stato ben accolto dalla comunità LGBT ed è diventato un punto di riferimento per la letteratura gay, inoltre, ha coinvolto un gran numero di lettori al di fuori di questo ambito. "Tocca un tasto dolente di quasi tutti coloro che l'hanno letto, riguardo all'idea del primo amore, dei tormenti del primo amore, e della sofferenza del primo amore, indipendentemente dal genere o dalla sessualità" spiega Spears.
Come amico di lunga data e ammiratore dello scrittore / regista / produttore Luca Guadagnino, Spears lo ha subito contattato, ma essendo coinvolto in altri progetti poteva solo impegnarsi in veste di produttore attraverso la sua società, la Frenesy Films. Così nel tempo Spears e Rosenman hanno tentato di mettere insieme il progetto con diversi registi e attori.

Apri Box Commenti