The Iron Lady (2011)

The Iron Lady

Locandina The Iron Lady
The Iron Lady (The Iron Lady) è un film di genere Drammatico e Biografia di durata circa 104 minuti diretto da Phyllida Lloyd con protagonisti Meryl Streep, Jim Broadbent, Iain Glen, Harry Lloyd, Anthony Head, Richard E. Grant.
Prodotto nel 2011 in UK [Uscita Originale il 06/01/2012 (UK)] esce in Italia Venerdì 27 Gennaio 2012 distribuito da BIM Distribuzione.

TRAMA

Chester Square, oggi. Un'anziana Margaret Thatcher elude la sorveglianza del suo staff ed esce a comprare un litro di latte, poi torna a casa a preparare la colazione per Denis, come ha fatto quasi tutte le mattine della loro vita coniugale. Scherzano amorevolmente, mentre lei gli serve un uovo alla coque, una serena e tenera routine.
Solo quando June, assistente personale di Margaret, entra affaccendata nella stanza, ci rendiamo conto che Margaret siede a tavola da sola. Denis è vivo solo nella sua immaginazione. Descritto una volta come "sempre presente, mai in carne ed ossa", Denis è ancora presente per Margaret. Ma è un giorno particolarmente dolceamaro: Margaret ha finalmente deciso di mettere via gli effetti personali di Denis e di congedarsi definitivamente dal defunto consorte.
Mentre autografa alcune copie della sua autobiografia, Margaret sente in lontananza una sirena e firma distrattamente con il suo nome da nubile, innescando un ricordo d'infanzia. Il Blitz. La nascita della passione politica di Margaret, osservando suo padre Alfred, fervente Tory e consigliere comunale, che tiene un discorso a un'assemblea municipale. Il suo orrore per il destino di sua madre, relegata a lavare le tazze del tè in cucina mentre gli uomini discutono di politica. La sua gioia per l'ammissione all'università di Oxford, considerata come un'opportunità di fuga. Tornando al presente, Margaret inizia a sgombrare gli armadi dagli indumenti di Denis, togliendo in fretta i suoi numerosi abiti scuri. Sua figlia Carol arriva a darle una mano e a preparare la cena che si terrà la sera. Mentre Margaret fa gli onori di casa con i suoi invitati, il ricordo di un'altra cena di molti anni prima riaffiora nella sua mente.
Una giovane Margaret, celando la sua trepidazione, siede a tavola con i dignitari del Partito Conservatore britannico, sperando di essere scelta come candidata. Di fronte al loro connaturato snobismo e sessismo, mantiene la sua posizione con sorprendente arguzia e tenacia. Un giovanotto, Denis Thatcher, resta ammaliato. La comprende istintivamente e percepisce un'immediata sintonia. Nel corso della cena a Chester Square, agli ospiti più sensibili alla sua cagionevole salute non sfugge il momento di disorientamento di Margaret. Ma lei si riprende in fretta e torna ad essere più brillante che mai. Tuttavia, più tardi, mentre aiuta la madre a svestirsi, la preoccupazione di Carol è palpabile. Carol suggerisce a Margaret di farsi vedere da un medico il giorno seguente. Quando Carol la lascia sola, i pensieri di Margaret si rivolgono di nuovo al passato.
In un polveroso municipio decorato con bandierine e pieno di volantini elettorali, una giovane Margaret siede furiosa dopo il tentativo fallito di farsi eleggere deputata. Un giovane Denis, divertente e premuroso, trova un modo originale per consolarla, proponendole una cena a base di fish and chips.
Oramai l'ondata dei ricordi è inarrestabile…
Le sue prime lotte alla Camera, il suo profilo sempre più in vista, forgiato dalle sue convinzioni e dalla sua ambizione, il dover abbandonare ogni giorno i figli piccoli e Denis.
La presa di coscienza di poter guidare il partito e la trasformazione della sua immagine che ne consegue. Il suo primo arrivo trionfale a Downing Street, prima donna Premier della Gran Bretagna. Il mattino seguente Margaret si reca dal medico. Irritata dalle sue domande, dà buona prova della sua tempra e rifiuta con veemenza di ammettere che forse si sente confusa e disorientata. Di ritorno a Chester Square, la costante presenza di Denis le dimostra con ogni evidenza che le sue proteste con il medico erano tutt'altro che fondate. Si rivolge con rabbia al defunto marito, intimandogli di andarsene e di lasciarla in pace. Ma quando si ritira per andare a dormire, stanca e vulnerabile, è felice di ritrovarselo accanto mentre riprende a rievocare il passato…
Margaret è alle prese con le pressioni subite nei primi mesi della sua leadership, quando il suo stesso esecutivo la supplica di recedere dalla sua politica economica. Dà prova della sua assoluta convinzione di fronte alle titubanze dei suoi ministri. Ma le tensioni continuano a crescere: scioperi, disordini e sommosse, l'IRA…
A tarda notte, al Grand Hotel di Brighton, Margaret sta finendo di scrivere un discorso mentre Denis è nel bagno a prepararsi per andare a letto, quando all'improvviso la stanza è squarciata da una bomba. Per un terribile momento, Margaret teme di aver perso Denis… Fuori, lo shock dei colleghi feriti e la devastazione tutto intorno.
Svegliata alle prime ore dell'alba da una telefonata del figlio Mark, i pensieri delle perdite, delle madri e dei figli scatenano il ricordo della sfida più grande che ha dovuto affrontare durante la sua premiership… L'Argentina ha invaso le Isole Falkland e Margaret è risoluta nel non scendere a patti con un dittatore per riaverle. Con convinzione assoluta e in diretto contrasto sia con il suo stesso governo, sia con l'opinione pubblica mondiale, compresa quella statunitense che vuole perseguire una soluzione diplomatica, Margaret invia una Task Force. Con l'ampliarsi del conflitto, affronta l'agonia delle vittime inglesi, ma rifiuta di tornare sui suoi passi. La sua ora più buia si trasforma finalmente nel suo più grande trionfo, quando la Gran Bretagna dichiara la vittoria.
All'apice della sua popolarità, Margaret si gode il suo potere, prendendo posto tra i leader della terra, una star sul palcoscenico mondiale. Ma lo stile della sua leadership diventa sempre più autocratico e, mentre le sue scelte politiche lacerano la nazione, i suoi frustrati ministri le si rivoltano contro. Dopo aver subito un'umiliante strigliata da parte di Margaret durante una riunione del Consiglio dei Ministri, Geoffrey Howe, suo alleato storico, si dimette. È l'inizio di una vera e propria rivolta tra i ranghi del Partito Conservatore. Michael Heseltine annuncia la sua intenzione di sfidarla candidandosi alla leadership del partito. Inizialmente Margaret non si rende conto della minaccia e si reca a una conferenza dei leader europei a Parigi, mentre a Londra si riuniscono le forze contro di lei. È pronto lo scenario della sua caduta e quando, al suo ritorno, decide di lottare, è troppo tardi. Mentre uno dopo l'altro i suoi ministri la informano che non ha speranze di vincere, lei rimane sbigottita di fronte al tradimento. Distrutta, ma costretta a prendere atto che è il momento di lasciare, esce per l'ultima volta da Downing Street. Nella casa di Chester Square, Margaret affronta l'altra grande perdita della sua vita, la morte dell'amato marito. Rimirando i suoi vestiti, le sue scarpe e i ninnoli di famiglia accumulati nell'arco di una vita insieme, formula la sconcertante domanda 'Sei stato felice, Denis? Dimmi la verità'. Una domanda che non troverà mai una risposta. Scossa dal doloroso pensiero, si muove per la stanza veloce come un lampo, mettendo via le cose di lui. A un tratto, Denis appare al suo fianco, in cappotto e cappello. Prendendo la sua valigia appena fatta, si dirige verso la porta. Margaret gli dà un ultimo bacio, contenendo l'emozione, risoluta. Ma, mentre lui si allontana sempre più da lei nell'androne, si lascia andare ad un ultimo grido di dolore. Non vuole essere lasciata sola... Eppure, la mattina dopo, quando si sveglia e arriva Carol, percepiamo un cambiamento in lei. Margaret sembra aver trovato un nuovo motivo di determinazione nell'accantonare il passato e nel vivere il presente.

Data di Uscita ITA: Venerdì 27 Gennaio 2012
Data di Uscita USA: Venerdì 13 Gennaio 2012
Data di Uscita Originale: 06/01/2012 (UK)
Genere: Drammatico, Biografia
Nazione: UK - 2011
Formato: Colore
Durata: 104 minuti
Distribuzione: BIM Distribuzione

Cast e personaggi

Regia: Phyllida Lloyd
Sceneggiatura: Abi Morgan
Musiche: Clint Mansell, Thomas Newman
Fotografia: Elliot Davis
Scenografia: Simon Elliott
Montaggio: Justine Wright
Costumi: Consolata Boyle

Cast Artistico e Ruoli:
foto Meryl StreepMeryl Streep
Margaret Thatcher
foto Jim BroadbentJim Broadbent
Denis Thatcher
foto Iain GlenIain Glen
Alfred Roberts
foto Harry LloydHarry Lloyd
Denis Thatcher da giovane
foto Anthony HeadAnthony Head
Geoffrey Howe
foto Richard E. GrantRichard E. Grant
Michael Heseltine
foto Ronald ReaganRonald Reagan
Se stesso (filmati di repertorio)
foto Roger AllamRoger Allam
Gordon Reece
foto Teresa MahoneyTeresa Mahoney
Personale Downing Streetx

News e Articoli

La Dolce Vita di Federico FelliniI Grandi classici del cinema su Canale 5 per tutta l'Estate

In onda in seconda serata i grandi classici del cinema italiano e internazionale, i migliori titoli firmati Federico Fellini, Steno, Luchino Visconti e Alberto Sordi.

Margaret ThatcherSky Cinema omaggia Margaret Thatcher con The Iron Lady

Sky Cinema celebra l'ex Premier del Regno Unito Margaret Thatcher scomparsa oggi 8 aprile 2013 con la pellicola The Iron Lady.

Immagini

[Schermo Intero]
Locandina internazionale
Foto e Immagini The Iron Lady
Locandina internazionale
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Apri Box Commenti Movietele Comments