Wonder (2017)

Wonder

Locandina WonderWonder (Wonder) è un film di genere Drammatico di durata circa 113 minuti diretto da Stephen Chbosky con protagonisti Julia Roberts, Jacob Tremblay, Owen Wilson, Mandy Patinkin, Ali Liebert, Crystal Lowe, Daveed Diggs, Izabela Vidovic, Nadji Jeter, Emma Tremblay.
Prodotto da Lionsgate nel 2017 in USA [Uscita Originale il 17/11/2017 (USA)] esce in Italia Giovedì 21 Dicembre 2017 distribuito da Leone Film Group.

TRAMA E SCHEDA TECNICA

Il film racconta la coinvolgente storia di August Pullman, detto Auggie che, nato con una rara malattia, si trova ad affrontare il mondo della scuola per la prima volta. Come sarà accettato dai compagni e dagli insegnanti? Chi sarà suo amico? L'amore della sua meravigliosa famiglia, una grande dose di coraggio e la sua travolgente gentilezza lo aiuteranno a trovare il suo posto nel mondo e nel cuore dei compagni di scuola. Julia Roberts e Owen Wilson danno il volto a Nate e Isabel, i genitori di Auggie mentre Jacob Tremblay, il cui nome è ormai famigliare per la sua interpretazione del piccolo Jack accanto a Brie Larson in Room, interpreta August Pullman. Nel cast anche Mandy Patinkin (Homeland), Daveed Diggs e, la tre volte candidata all'Oscar, Sonia Braga. 

Data di Uscita ITA: Giovedì 21 Dicembre 2017
Data di Uscita USA: Venerdì 17 Novembre 2017
Data di Uscita Originale: 17/11/2017 (USA)
Genere: Drammatico
Nazione: USA - 2017
Formato: Colore
Durata: 113 minuti
Produzione: Lionsgate, Mandeville Films, Participant Media, Walden Media
Distribuzione: Leone Film Group
Box Office: USA: 128.598.574 dollari | Italia: 11.850.630 euro -> Storico incassi

Cast e personaggi

Regia: Stephen Chbosky
Sceneggiatura: Steve Conrad, Stephen Chbosky, Jack Thorne
Musiche: Marcelo Zarvos
Fotografia: Don Burgess
Scenografia: Kalina Ivanov
Cast e Ruoli:
foto Julia Roberts
Isabel Pullman
foto Jacob Tremblay
Auggie Pullman
foto Owen Wilson
Nate Pullman
foto Mandy Patinkin
Mr. Tushman
foto Ali Liebert
Ms. Petosa
foto Crystal Lowe
Madre di Jullian
foto Daveed Diggs
Mr. Browne
foto Izabela Vidovic
Via Pullman
foto Sonia Braga
Madre di Isabel
foto Steve Bacic
Padre di Justin

News e Articoli

Box Office Italia: Star Wars Gli Ultimi Jedi primo, Wonder debutta seondo

'Star Wars Gli Ultimi Jedi' il film piu' visto nel weekend italiano dal 22 al 24 dicembre 2017, seguito da 'Wonder' e 'Assassinio sull'Orient Express'.

Wonder, non puoi essere normale se sei nato per distinguerti

Tratto dal bestseller omonimo, Wonder racconta la toccante storia di August Pullman nato con delle malformazioni del cranio.

Box Office USA: Coco, Justice League e Wonder sempre sul podio

'Coco' primo al botteghino USA del 8-10 Dicembre 2017, seguito da 'Justice League' e 'Wonder'.

Box Office USA: Coco e Justice League sempre in testa

'Coco' primo al botteghino USA del 1-3 Dicembre 2017, seguito da 'Justice League' e 'Wonder'.

Box Office USA: Justice League primo, Wonder secondo

'Justice League' primo al botteghino USA del 17-19 Novembre 2017, seguito da 'Wonder' e 'Thor: Ragnarok'. 'Gli Eroi del Natale (The Star)' debutta sesto.

Curiosita'

"Abbiamo dentro di noi, come esseri umani, non solo la capacità di essere gentili, ma la scelta reale della gentilezza"
R.J. Palacio, Wonder

Tratto dal bestseller omonimo, consacrato dal New York Times, "Wonder" racconta la toccante storia di August Pullman. Nato con delle malformazioni del cranio, a causa delle quali non ha frequentato la scuola pubblica fino a quel momento, Auggie diventa il più improbabile degli eroi quando fa il suo ingresso nella scuola del suo quartiere per iniziare le scuole medie. Mentre la sua famiglia e i suoi nuovi compagni di classe, così come tutti gli altri intorno a lui, si sforzano per trovare dentro di loro la giusta compassione e accettazione, lo straordinario viaggio di Auggie riuscirà a tenerli tutti uniti e a dimostrare che non puoi omologarti quando sei nato per distinguerti.
La storia di un bambino di 10 anni nato con una deformazione facciale, diventa uno sguardo allargato su cosa significa essere umani, nell'adattamento cinematografico del bestseller  Wonder  di  R.J.  Palacio.  Jacob  Tremblay,  candidato  ai  Golden  Globe  per "Room", interpreta il ruolo, unico nel suo genere, di Auggie Pullman.
Tutto quello che vuole Auggie è essere un bambino come gli altri, ma, come gli ripete sempre sua sorella, non puoi essere normale se sei nato per distinguerti. Sebbene Auggie trovi consolazione nel suo casco da astronauta, si ritrova ad affrontare gli sguardi fissi dei compagni, che a loro volta, non sanno ancora come affrontarlo. Dopo un anno, fatto di momenti  difficili, divertenti  e  bellissimi,  Auggie e  tutti  quelli  intorno  a lui,  si  ritrovano cambiati dalle cose che più contano: l'amicizia, il coraggio e la scelta quotidiana di essere gentili verso chiunque incontri sul tuo cammino.

La meraviglia delle meraviglie
"Dicono che sono un prodigio della creazione stessa di Dio e a quanto è dato loro di vedere
non sono in grado di fornire spiegazione alcuna"
- Natalie Merchant, Wonder

Pochi libri hanno la capacità di far passare le persone dalla lettura all'azione, ma questo è proprio  il  caso  del  romanzo  di  R.J.Palacio,  Wonder.  Pubblicato  nel  2013,  il  libro  si assumeva notevoli rischi. Erano pronti i lettori a seguire un bambino, che a causa di una malattia  genetica  è  nato  con  una  deformità  cranio-facciale,  che  lascerebbe  di  sasso chiunque? Il risultato è che i lettori sono stati molto più che incuriositi da Auggie Pullman. La scrittura umoristica di Palacio racconta le cose così come stanno sulla realtà di Auggie, includendo i molti punti di vista di coloro che ruotano intorno a lui, processo che ha affinato in  molte  persone  la  riflessione  che  nel  mondo  di  oggi  siamo  così  concentrati  sulla superficie che non riusciamo più a vedere cosa le persone affrontano nel loro intimo. Mentre molti romanzi esplorano i mondi oscuri della distopia, Wonder porta un cambio di prospettiva, dimostrando che una storia avvincente può ruotare intorno a un concetto molto semplice come quello di essere gentili verso gli altri. "Ho sempre pensato a Wonder come a una riflessione sulla gentilezza" riassume Palacio.
Diffusosi per passa parola, il romanzo ha venduto più di 5 milioni di copie, ma il suo impatto è stato ancora più profondo: ha ispirato la nascita di un movimento della società civile "Choose Kind" e incoraggiato i lettori a condividere le proprie storie. Il libro ha catturato subito l'attenzione anche di Hollywood. I produttori Tod Lieberman e David Hoberman di Mandeville Films, hanno letto il libro entrambi la stessa notte e deciso di non aspettare oltre. "Ci siamo chiamati ed eravamo entrambi in lacrime, non mi vergogno ad ammetterlo" ricorda Lieberman "Ci siamo innamorati tutti e due di questo bellissimo racconto di compassione e amicizia."
Hoberman aggiunge "il libro parla di così tante cose in cui crediamo. Abbiamo amato il modo in cui la storia è raccontata attraverso molteplici punti di vista e di come includa un intero quartiere americano, facendo si che chiunque possa identificarsi con qualcuno dei personaggi."
Lieberman e Hobman erano soprattutto esaltati all'idea di esplorare un tipo di personaggio così poco visto sullo schermo: uno che sfida l'idea che le differenze fisiche possano minimamente definire chi siamo.
Quando i produttori  hanno  contattato  telefonicamente  Palacio,  c'è stata una simpatia evidente. Palacio ha detto loro che aveva sempre sentito di  dover imporre solo una condizione, se si fosse realizzato un film tratto dal libro: preservare lo stile diretto del libro e non cercare di edulcorare la realtà di Auggie.
"Quando ho scritto il libro, il mio obiettivo non era che diventasse un fenomeno mondiale. L'ho scritto senza alcuna aspettativa, non sapevo neanche se sarebbe stato pubblicato" ammette Palacio "volevo solo scrivere un piccolo libro con un messaggio semplice sulla gentilezza, che è lo stesso approccio che considero giusto anche per il film. Todd e David mi hanno convinta che avevano la mia stessa visione" Palacio continua "Altri registi mi hanno parlato di non mostrare proprio Auggie, ho pensato fosse irrispettoso nei confronti dei bambini con malformazioni facciali. Non volevo un film che minimizzasse la gravità delle deformità, perché sono un elemento rilevante per farci capire chi è Auggie. Era molto importante per me – così come per Todd, David e Stephen
Chbosky – fare in modo che il pubblico vedesse Auggie in maniera diretta e che fosse al centro della storia fin dall'inizio"

Apri Box Commenti