Il professore e il pazzo (2019)

The Professor and the Madman

Locandina Il professore e il pazzo
Il professore e il pazzo (The Professor and the Madman) è un film di genere Biografia e Drammatico diretto da Farhad Safinia con protagonisti Natalie Dormer, Mel Gibson, Sean Penn, Jennifer Ehle, Jeremy Irvine, Ioan Gruffudd.
Prodotto da Fastnet Films nel 2019 in Irlanda esce in Italia Giovedì 21 Marzo 2019

TRAMA

Il film è la storia vera del Professor James Murray (Mel Gibson) al quale viene affidata la redazione del primo dizionario al mondo che racchiuda tutte le parole di lingua inglese. Per far ciò il Professore avrà l'idea di coinvolgere la gente comune invitandola a mandare via posta il maggior numero di parole possibili. Arrivato però ad un punto morto, riceve la lettera di William Chester (Sean Penn) un ex professore ricoverato in un manicomio perché giudicato malato di mente. Le migliaia di parole che il Dr. Chester sta mandando via posta sono talmente fondamentali per la compilazione del dizionario che i due formeranno un'insolita alleanza che si trasformerà in una splendida amicizia.

Data di Uscita ITA: Giovedì 21 Marzo 2019
Genere: Biografia, Drammatico, Mistero, Thriller
Nazione: Irlanda - 2019
Formato: Colore
Durata: N.d.
Produzione: Fastnet Films, 22h22, Icon Entertainment International
Box Office: Italia: 1.311.715 euro
Soggetto:
Tratto dal best-seller di Simon Winchester.
In HomeVideo: in Digitale da Mercoledì 17 Luglio 2019 e in DVD da Mercoledì 17 Luglio 2019 [scopri DVD e Blu-ray]

Cast e personaggi

Regia: Farhad Safinia
Sceneggiatura: Farhad Safinia, Todd Komarnicki, John Boorman
Musiche: Bear McCreary
Fotografia: Kasper Tuxen
Scenografia: Tom Conroy
Montaggio: John Gilbert, Dino Jonsäter
Costumi: Eimer Ni Mhaoldomhnaigh

Cast Artistico e Ruoli:
foto Natalie DormerNatalie Dormer
Eliza Merrett
foto Mel GibsonMel Gibson
James Murray
foto Sean PennSean Penn
Dr. William Chester Minor
foto Jennifer EhleJennifer Ehle
Ada Murray
foto Jeremy IrvineJeremy Irvine
Charles Hall
foto Ioan GruffuddIoan Gruffudd
Henry Bradley
foto Adam FergusAdam Fergus
Alfred Minor
foto Aidan McArdleAidan McArdle
Avvocato della Difesa Clarke
foto Kieran O'ReillyKieran O'Reilly
Padre del minore
foto Bryan MurrayBryan Murray
Henry Liddell

Recensioni redazione

Il professore e il pazzoIl professore e il pazzo, la recensione

8/10
Erika Pomella
Arriverà in sala il 21 Marzo 'Il professore e il pazzo', bellissimo film sull'importanza delle parole e del melodramma, che si basa sulle ottime interpretazioni offerte da tutto il cast e, in particolare, dai due protagonisti Mel Gibson e Sean Penn

News e Articoli

Rakuten TV, uscite di Luglio 2019Rakuten TV, uscite di Luglio 2019

Da Shazam a Dumbo, da Instant Family a Un Viaggio a Quattro Zampe, da La conseguenza a After: ecco i film disponibili su Rakuten TV da Luglio 2019.

A un metro da te, Anon, Il professore e il pazzo in DVDA un metro da te, Anon, Il professore e il pazzo in DVD e Blu-ray da Luglio

I film A un metro da te, Il professore e il pazzo e il thriller fantascientifico Anon disponibili da luglio in homevideo con Eagle Pictures.

Il professore e il pazzoIl professore e il pazzo, il libro di Simon Winchester che ha fatto innamorare Mel Gibson

Arriva al cinema 'Il professore e il pazzo', film con Mel Gibson e Sean Penn, tratto dal bellissimo romanzo di Simon Winchester

Immagini

[Schermo Intero]
Locandina internazionale
Foto e Immagini Il professore e il pazzo
Locandina internazionale
Locandina italiana
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film

LA STORIA
"Quando Mel Gibson mi ha chiesto di adattare il libro di Winchester, mi sono sentito al contempo euforico e scoraggiato. È la storia più complessa, elettrizzante ed emozionante che abbia mai letto. E mentre stavo scrivendo la sceneggiatura, un pensiero si è fatto strada in me. Ai notiziari si parlava di Google che stava lanciando il suo progetto "moon shot", quello di scansionare su Internet ogni libro esistente. Apple stava rilasciando il suo ultimo iPhone, un dispositivo tascabile che contiene tutte le informazioni del mondo. Facebook ci connetteva con ogni persona che noi avessi mai conosciuto. E Wikipedia ci chiedeva, a noi utenti comuni, di contribuire a creare (in gergo tecnico "crowdsourcing") l'enciclopedia più completa mai concepita prima", dice il regista Shemran. Continua: "Ciò che avevo di fronte a me era una storia intensa e molto contemporanea, come The Social Network e The Imitation Game. Le speranze, le ambizioni e le lotte del Professore e del suo collaboratore pazzo non hanno solo una sorprendente somiglianza con quelle di Zuckerberg, Jobs e Gates, ma sono quasi un loro presagio. Non è un film d'epoca, è un film completamente attuale che sembra essere ambientato in un periodo precedente, e deve essere raccontato proprio in questo modo. Il pubblico lo percepirà come molto recente, dal punto di vista del look, delle riprese, delle scenografie e delle performance dei singoli attori. Nessuna ampollosità o sguardi languidi ad ornamento. Questa storia commuoverà".

IL TONO
In linea con i temi moderni della storia, il tono del film è contemporaneo, raccontando una storia attuale che è ambientata nel passato. Era un periodo di grande ambizione per l'Impero britannico, così come lo è oggi per la civiltà occidentale nel suo insieme, e la telecamera ha cercato di catturare proprio questo aspetto. È un film ambiziosamente epico e grandioso. Enormi lavori di costruzione. Grandi progetti. L'architettura e le infrastrutture fanno passi da gigante verso il futuro. Nessuno di questi spazi è stato incorniciato come una cartolina illustrata, ma è stato piuttosto progettato per mostrare la grinta, il pericolo e talvolta la bruttezza che ci sono voluti per creare il mondo moderno.

IL RITMO
C'è stata una sorta di intensa irrequietezza e quasi un costante senso di urgenza nel ricreare la storia dell'Oxford English Dictionary e le vite di tutte le persone ad esso associate. Ci sono numerose sequenze intrinsecamente eccitanti, dalla scena di apertura con l'inseguimento notturno attraverso i bassifondi della Londra vittoriana, a una agghiacciante che ci fa immergere in un momento di confusione e di caos che sfocia in un violento omicidio, fino alle sequenze che ci portano direttamente nella chirurgia di emergenza della fine del XIX secolo, e agli orrori delle cliniche psichiatriche, dettagliati e senza filtri. Ma il ritmo si manifesta anche nelle scene interne dell'Oxford English Dictionary. La squadra di redattori, guidata dal personaggio di Mel Gibson, è sopraffatta fino all'esasperazione dall'enorme mistero su come accedere all'inaccessibile. Anche in questo caso la telecamera ha catturato quell'energia con uno stile deliberatamente insistente, lanciando il pubblico nel bel mezzo dell'azione.

LA FOTOGRAFIA
Mantenendo lo stesso approccio degli altri elementi del film, anche l'illuminazione e il movimento della telecamera hanno un aspetto molto contemporaneo. Il tema del progresso si sviluppa in un'immagine ricorrente nel film: la transizione dall'oscurità alla luce. Dove la pazzia è oscurità e la sanità mentale è luce. L'ignoranza e il caos sono oscurità e la conoscenza e l'ordine sono luce. Omicidio e punizione sono oscurità e perdono e redenzione sono luce. Il film giocherà su questa metafora per la sua illuminazione, così che quando i personaggi sembrano essere nei momenti più bui, vengono visualizzati visivamente solo piccoli accenni di luce. Le transizioni della storia, dagli zoom ravvicinati sulle scritte e le pagine dei libri, fino alle panoramiche sulle grandi facciate di Oxford, sono create da singole inquadrature, a volte anche da singole sequenze. Il risultato finale è un film che sembra al contempo incredibilmente intimo e straordinariamente grandioso. "Ci sono molte location mozzafiato, principalmente Oxford, con i suoi prati illuminati dal sole, i cortili e gli interni con le vetrate colorate. Ma molte delle cose raffigurate sono brutte: omicidi, sangue, guerra, povertà, rabbia, pazzia – e anche se il nostro obiettivo è quello di mostrare queste cose nel modo più fedele possibile, riusciremo a trasmettere la bellezza di queste cose grazie all'illuminazione", dice Shemran.

LE SCENOGRAFIE E I COSTUMI
Per quanto i temi e gli eventi di questa storia sembrino contemporanei, grazie proprio alla modernità dei personaggi e delle loro ricerche, il film è ambientato più di cento anni fa. Dice il regista: "Abbiamo ereditato molte fotografie dell'epoca e molti film prima di noi, ambientati nello stesso periodo, hanno utilizzato questo materiale per ricreare l'aspetto del tempo. Il nostro approccio è stato diverso. Abbiamo creato un look che presupponeva il modo in cui quelle persone apparissero nei momenti "non fotografati" della loro vita. I veri vestiti quotidiani che indossavano, le acconciature naturali, il caos in un salotto o in un ufficio o in una cucina che non era stata pulita e ordinata per gli occhi di una telecamera. Questo è stato il nostro metodo per trasportare il pubblico direttamente nelle vite dei nostri personaggi".

LA MUSICA E IL SUONO
"Dal punto di vista musicale, siamo nel cuore del tardo periodo romantico, quando alcune delle cose più belle di sempre venivano create e suonate al pubblico. Abbiamo preso alcuni dei pezzi più iconici del periodo e abbiamo costruito una partitura intorno ad essi, per dare al pubblico qualcosa di non solo commovente e indimenticabile, ma qualcosa che, proprio come i temi del film, facesse da ponte tra il vecchio mondo e quello moderno. Musica che ha catturato quel tumulto e quel desiderio di progresso, lasciando un segno indelebile nel tempo".

Apri Box Commenti Movietele Comments