Il traditore (2019)

Il traditore
Locandina Il traditore
Il traditore è un film del 2019 prodotto in Italia, di genere Drammatico diretto da Marco Bellocchio. Il film dura circa 148 minuti. Il cast include Pierfrancesco Favino, Maria Fernanda Cândido, Fabrizio Ferracane, Luigi Lo Cascio, Fausto Russo Alesi, Nicola Calì, Giovanni Calcagno, Bruno Cariello, Alberto Storti, Vincenzo Pirrotta, Goffredo Bruno, Gabriele Cicirello. In Italia, esce al cinema Giovedì 23 Maggio 2019 distirbuito da 01 Distribution. Disponibile in homevideo in DVD da Venerdì 6 Settembre 2019, in Digitale da Venerdì 6 Settembre 2019. Al Box Office italiano ha incassato circa 4.689.823 euro.

Nei primi anni '80 è in corso una vera e propria guerra tra i boss della mafia siciliana per il controllo sul traffico della droga. Tommaso Buscetta, conosciuto come il 'Boss dei due mondi', fugge per nascondersi in Brasile e da lontano, assiste impotente all'uccisione di due suoi figli e del fratello a Palermo; ora lui potrebbe essere il prossimo. Arrestato ed estradato in Italia dalla polizia brasiliana, Buscetta prende una decisione che cambierà tutto per la mafia: decide di incontrare il giudice Giovanni Falcone e tradire l'eterno voto fatto a Cosa Nostra.

TRAMA

Sicilia, inizio anni '80. Lo sviluppo e l'ascesa del commercio di eroina hanno scatenato una guerra di Mafia: Totò Riina e i Corleonesi contro le vecchie famiglie. Il bilancio dei morti cresce esponenzialmente, giorno dopo giorno. Dall'altra parte del mondo, a Rio de Janeiro, Tommaso Buscetta si sente sotto assedio. A Palermo sono stati uccisi due dei suoi figli e suo fratello, ed ora il cerchio si sta stringendo attorno a lui. Tuttavia, prima che la Mafia riesca a raggiungerlo, è catturato dalla Polizia Federale Brasiliana. Si tratta di un arresto spettacolare: i titoli dei giornali parlano della cattura del "Boss dei due mondi". La sua estradizione è immediata. Per Buscetta il rientro in Italia equivale alla morte e, preso dalla disperazione, tenta di uccidersi con la stricnina, ma viene salvato all'ultimo momento. Ad attenderlo per riportarlo in patria c'è Gianni De Gennaro, il più fedele collaboratore del Giudice Giovanni Falcone. Rientrando in Italia Buscetta si rende conto che gli resta una sola possibilità per vendicarsi dei suoi nemici: a Roma incontra Falcone e inizia a collaborare. Grazie alle sue rivelazioni l'autorità giudiziaria riesce ad organizzare il primo Maxi-Processo contro il crimine organizzato: 475 imputati, 200 avvocati. Le relative sentenze infliggono un grave colpo alla Mafia, tuttavia Totò Riina è ancora latitante... Cosa Nostra prepara la sua risposta preparandosi ad una carneficina ancora più violenta: il Giudice Falcone e la sua scorta sono uccisi dall'esplosione di 400 kg di tritolo. A questo punto Buscetta decide che è giunto il momento di puntare più in alto: per sconfiggere definitivamente Riina, deve fare dei nomi importanti, quelli dei politici collusi con la Mafia. Buscetta partecipa, quindi, come testimone in numerosi processi, diventando una figura pubblica sempre più popolare, protagonista di libri e articoli di giornale. Nel 1993 anche Riina viene arrestato. È in questo momento che il Boss dei due mondi compie un passo falso: una lussuosa crociera con la moglie nel Mediterraneo. Al processo Andreotti, istituito sulla base delle sue testimonianze, l'avvocato difensore mostra alla corte una rivista di gossip con le foto del pentito in vacanza a spese dello Stato. Parte quindi una sistematica e impietosa campagna mediatica per distruggere la sua credibilità come testimone. Questo rappresenterà il suo definitivo addio all'Italia. Nel 2000 a Miami un vecchio e malato Buscetta scruta l'orizzonte con un fucile sotto braccio. Consapevole che la Mafia non dimentica mai, teme un attacco dei suoi implacabili nemici. Tuttavia, prima della temuta vendetta lo raggiunge la morte, una morte che non si può evitare, causata dalla sua malattia. Il viso di Buscetta si rischiara in un flebile sorriso... Fuggire la vendetta di Cosa Nostra è stata la sua vittoria. 

Info Tecniche e Distribuzione

Uscita al Cinema in Italia: Giovedì 23 Maggio 2019
Uscita in Italia: 23/05/2019
Genere: Drammatico
Nazione: Italia - 2019
Formato: Colore
Durata: 148 minuti
Produzione: IBC movie, Kavac Film, Rai Cinema, Ad Vitam Production, Gullane, Match Factory Productions
Distribuzione: 01 Distribution
Box Office: Italia: 4.689.823 euro
In HomeVideo: in Digitale da Venerdì 6 Settembre 2019 e in DVD da Venerdì 6 Settembre 2019 [scopri DVD e Blu-ray]

Cast e personaggi

Regia: Marco Bellocchio
Sceneggiatura: Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Francesco Piccolo, Valia Santella
Musiche: Nicola Piovani
Fotografia: Vladan Radovic
Scenografia: Andrea Castorina
Montaggio: Francesca Calvelli
Costumi: Daria Calvelli

Cast Artistico e Ruoli:
foto Pierfrancesco Favino

Pierfrancesco Favino

Tommaso Buscetta
foto Maria Fernanda Cândido

Maria Fernanda Cândido

Cristina, moglie di Buscetta
foto Luigi Lo Cascio

Luigi Lo Cascio

Totuccio Contorno
foto Fausto Russo Alesi

Fausto Russo Alesi

Giovanni Falcone
foto Nicola Calì

Nicola Calì

Totò Riina
foto Giovanni Calcagno

Giovanni Calcagno

Tano Badalamenti
foto Bruno Cariello

Bruno Cariello

Alfonso Giordano
foto Alberto Storti

Alberto Storti

Franco Coppi, avv. Andreotti
foto Vincenzo Pirrotta

Vincenzo Pirrotta

Luciano Liggio
foto Goffredo Bruno

Goffredo Bruno

Stefano Bontate
foto Gabriele Cicirello

Gabriele Cicirello

Benedetto, figlio di Buscetta
foto Paride Cicirello

Paride Cicirello

Antonio, figlio di Buscetta
foto Elia Schilton

Elia Schilton

Giornalista tv
foto Alessio Praticò

Alessio Praticò

Giuseppe Greco, Scarpuzzedda
foto Pier Giorgio Bellocchio

Pier Giorgio Bellocchio

Cesare (capo scorta)
foto Rosario Palazzolo

Rosario Palazzolo

Giovanni de Gennaro
foto Ada Nisticò

Ada Nisticò

Alessandra Buscetta
foto Federica Butera

Federica Butera

Silvana Buscetta
foto Ludovico Caldarera

Ludovico Caldarera

Salvatore Cancemi
foto Nunzia Lo Presti

Nunzia Lo Presti

Ninetta Bagarella
foto Giovanni Crozza

Giovanni Crozza

Tommaso Buscetta giovane
foto Matteo Contino

Matteo Contino

Salvatore Inzerillo
foto Alberto Gottuso

Alberto Gottuso

Giuseppe Inzerillo
foto Tatu La Vecchia

Tatu La Vecchia

Fra Giacinto
foto Sergio Pierattini

Sergio Pierattini

Presidente Aula Bunker
foto Raffaella Lebboroni

Raffaella Lebboroni

Giudice donna
foto Giuseppe di Marca

Giuseppe di Marca

Giulio Andreotti



Produttori:
Beppe Caschetto (Produttore), Simone Gattoni (Produttore esecutivo)


Sviluppo progetto: Anastasia Michelagnoli | Suono: Gaetano Carito e Adriano Di Lorenzo.

Immagini

[Schermo Intero]

Note di regia - Marco Bellocchio

"Il traditore" racconta di un uomo, Tommaso Buscetta, che tradisce "Cosa nostra" convinto che non sia lui a tradirla, ma i Corleonesi, i rivali del suo schieramento, che sterminando tutti gli avversari si sono impadroniti dell'organizzazione criminale. Perciò non si sentiva né uno spione, né un traditore, né un infame, proprio perché lui, Buscetta, è rimasto fedele a una società mafiosa dai nobili principi che si batteva in difesa dei deboli, dei poveri e che ora non c'è più. Lo dice, lo ha scritto tante volte: lui ha tradito la sua famiglia mafiosa, perché questa ha tradito lui. Questa è la sua tesi insomma, per cui non si considera un traditore. La sfida del film è proprio questa: rendere un personaggio duplice, forse triplice, senza altarini né condanne. Si tratta di fare un film - una volta si sarebbe detto un film aperto, ora è un aggettivo che non si usa più - che, come il proprio protagonista, sia complesso e affascinante. Il tradimento di Buscetta non è spontaneo, è in qualche modo costretto a tradire, per la propria sopravvivenza e della sua famiglia. Tale scelta lo costringerà ad una vita da esule, recidendo di fatto tutte le radici con il proprio passato. Questo l'ha in qualche modo sinceramente addolorato, perché in fondo è là che voleva tornare (la "sua" Sicilia, "il gelato a Mondello"…), e non è mai più potuto tornare. È dovuto stare sempre lontano, per difendere la propria vita. In qualche modo c'è riuscito, ma al prezzo di una "prigione permanente" (lui che aveva vissuto tanti anni in tante prigioni reali). A questa scelta sarà fedele fino alla morte, naturale, nel suo letto, come voleva che avvenisse. Sarà la sua vittoria. Il film svolge questo tema nell'arco di molti decenni della vita di Buscetta, perciò la difficoltà, essendo un film e non una serie, di condensare i fatti, le azioni determinanti nel tempo di un film, procedendo per salti. Difficoltà credo affrontata nella sceneggiatura, che poi la regia e il montaggio hanno dovuto superare. Penso a riprese "frontali", estremamente sintetiche, concentrate, evitando movimenti di macchina di tipo descrittivo, privilegiando immagini fisse, in cui i personaggi entrano ed escono di campo con sottolineature sull'asse, evitando, dove è possibile, l'"oggettività" del controcampo. Lavorando sul contrasto (il controluce) e sui colori caravaggeschi della Sicilia, partendo dal fotogramma nero, un po' come faceva Caravaggio che preparava la tela nell'oscurità del suo studio. Ricercando anche quella lingua originale della Sicilia, la cadenza, i dialetti siciliani, lingue meravigliose, estremamente ricche ed espressive, che tanto spesso sono stati offesi diventando caricatura, imitazione, barzelletta. Questo solo per accennare al film che ho fatto, personalissimo ma anche molto oggettivo, più avventuroso degli altri, proprio perché vuole esplorare un mondo lontano dal mondo delle mie origini provinciali e nordiche, dalla mia diretta autobiografia.

David di Donatello 2020

Festival di Cannes 2019

  • [Sezione] Selezione ufficiale - Concorso

HomeVideo (beta)


Il traditore disponibile in Digitale da Venerdì 6 Settembre 2019 e in DVD da Venerdì 6 Settembre 2019
23/05/2019.

STREAMING VOD, SVOD E TVOD:
Puoi cercare "Il traditore" nelle principali piattaforme di VOD: [Apri Box]
DVD E BLU-RAY FISICI:
"Il traditore" disponibile su supporto fisico da Venerdì 6 Settembre 2019, puoi aprire i risultati di una ricerca su Amazon.it: [APRI RISULTATI].
Apri Box Commenti

Prossime Uscite