Ritratto Donatella Finocchiaro

Donatella Finocchiaro

Scheda di Donatella Finocchiaro

Scheda relativa a Donatella Finocchiaro, con la biografia, la filmografia, la seriegrafia, le notizie, i video correlati e un forum dedicato a Donatella Finocchiaro.

Biografia Donatella Finocchiaro

Donatella Finocchiaro è nata a Catania il 16 novembre 1970, dove coltiva la passione del teatro. Prende parte ai provini per l'ammissione al Teatro Stabile di Catania, dove entrerà poco tempo dopo. Dal palcoscenico al grande schermo il salto della Finocchiaro non è poi così lungo, grazie a Roberta Torre che, dopo averla notata ai casting per Angela (2002), decide di affidarle il ruolo da protagonista. La pellicola partecipa al Festival di Cannes e viene successivamente presentata a diverse rassegne internazionali, che valgono all'attrice, oltre al plauso della critica, molti riconoscimenti, a partire dal Globo d'oro come rivelazione alle candidature ai David di Donatello, ai Nastri d'argento e al Tokyo International Film Festival come Miglior interpretazione femminile. L'anno successivo è già al suo secondo lavoro al cinema con Perdutoamor (2003), esordio alla regia di Franco Battiato, a cui seguono la commedia Se devo essere sincera (2004) e i drammatici Amatemi (2005), Viaggio segreto (2006) e Non prendere impegni stasera (2006). In questi anni inizia una collaborazione con il regista Marco Bellocchio, che darà alla luce nel 2006 a due film: Sorelle e Il regista di matrimoni con Sergio Castellitto, che le permetterà di aggiudicarsi la vittoria del secondo Globo d'oro e una candidatura ai David. Continua accanto a Raoul Bova in La fiamma sul ghiaccio (2005) e nel film Il dolce e l'amaro (2007). Uno dei maggiori successi della Finocchiaro in questi anni rimane Galantuomini (2008) grazie alla quale riceve il Premio Anna Magnani al Bif&st e un riconoscimento al Festival internazionale del Film di Roma. A questi si aggiungono nel 2011 il Premio Flaiano e il Nastro d'argento per Sorelle Mai (2010), terza collaborazione con Bellocchio. Nel frattempo si dedica anche al piccolo schermo, dove debutta con la miniserie 'O professore (2008) o in Aldo Moro - Il presidente (2008) dove ricopre il ruolo della terrorista Adriana Faranda. La Finocchiaro torna davanti la macchina da presa per Roberta Torre - che l'aveva portata al successo - con I baci mai dati (2010). Seguono alcune commedie come Manuale d'amore 3 (2011) con Carlo Verdone e Senza arte né parte (2011) con Vincenzo Salemme. Eppure il meglio di sé sembra darlo sempre con ruoli più drammatici - spesso ambientati anche nella sua Sicilia - ed è così che la sua interpretazione riceve l'ennesima nomine ai David e ai Nastri con Terraferma (2011). Attrice di grande talento, non stupisce che sia stata scelta per completare il cast italiano di To Rome with Love (2012) di Woody Allen, né che abbia preso parte solo due anni dopo al suo primo film americano, War Story (2014) di Mark Jackson, sebbene già nel 2011 fosse comparsa in War Horse di Steven Spielberg. Continua successivamente a essere diretta da registi italiani in commedie che affrontano temi importanti, come quello delle famiglie allargate in Mio papà (2014) di Giulio Base e Assolo (2016) di Laura Morante, e quello dei piccoli tesori della vita in Tutto quello che vuoi (2017) di Francesco Bruni. Nel 2018 è la madre della giovane Matilde De Angelis in Youtopia, pellicola drammatica con Alessandro Haber, diretta da Berardo Carboni.

Seriegrafia Donatella Finocchiaro


News e Articoli

Riusciranno i nostri Eroi su Rai1 con Max Giusti, Donatella Finocchiaro e Laura Chiatti

08/01/2013 | Da venerdì 11 gennaio cinque prime serate con 'Riusciranno i nostri Eroi', il nuovo varietà della prima serata del venerdì dedicato agli italiani di oggi, condotto da Max Giusti, Donatella Finocchiaro e Laura Chiatti.

Video correlati a Donatella Finocchiaro

Apri Box Commenti